Home Attualità In Francia al via il menù vegetariano per le mense per due...
Traduci l'articolo nella tua lingua ArabicChinese (Simplified)EnglishFrenchGermanHindiItalianJapanesePolishPortugueseRomanianRussianSpanish

In Francia al via il menù vegetariano per le mense per due anni

0
Francia - mense scolastiche - menù vegetariano

Partirà il prossimo il primo novembre la sperimentazione di 2 anni voluta dal Parlamento francese per rendere obbligatoria la proposta di un menu vegetariano accanto a quello normale almeno una volta alla settimana.

L’emendamento, votato un anno fa, prevede che i gestori delle mense, che già propongono più di un menù a bambini e adolescenti delle scuole, dovranno proporre anche una scelta settimanale vegetariana, con particolare attenzione alla presenza di proteine.

Per i gestori del catering scolastico, che non nascondono il loro malumore, si tratterà di un obbligo di legge che durerà due anni. Un anno fa, fu un emendamento passato in Assemblea Nazionale con i voti ecologisti – ma contro il parere del governo, che lo aveva già bocciato – a stabilire questa data per l’inizio dell’esperimento. In questi giorni, le associazioni di genitori, quelle dei vegetariani di Francia (AVF), insieme a Greenpeace, stanno moltiplicando incontri e conferenze stampa per ricordare che la novità sui tavoli delle mense di bambini e adolescenti francesi si avvicina a grandi passi.

I sondaggi dicono che 6 francesi su 10 sono favorevoli, per le associazioni ecologiste si tratta di un primo passo verso un’alimentazione migliore e nella lotta contro il riscaldamento del clima.

Per molti, basta la rassicurazione che sui vassoi “verdi” siano presenti proteine vegetali – lenticchie innanzitutto. E l’informazione, con cifre alla mano, secondo cui fra i rifiuti alimentari trovati nella spazzatura delle mense scolastiche, i meno presenti sono quelli di pasti vegetariani.

In Francia, soltanto il 5% della popolazione si dichiara vegetariano. La legge non precisa i cibi che possono essere presenti nel menù, ed impone l’obbligo del pasto vegetariano in alternativa a quello tradizionale soltanto in quelle mense in cui già si offre più di una scelta. Vale a dire che offrire un piatto a base di pesce potrebbe ottemperare alla normativa.

Vuoi ricevere maggiori informazioni sull'argomento di questo articolo? Compila il form indicando i tuoi dati e ti metteremo in contatto con chi potrà fornirti le informazioni richieste senza alcun impegno da parte tua.
5/5 (1)

Lascia una valutazione

Suggerisci una correzione all’articolo

[recaptcha]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here