Home Notizie Attualità In Campania si riparte: da giovedì 21 ok servizio ai tavoli. De...

In Campania si riparte: da giovedì 21 ok servizio ai tavoli. De Luca non firma l’intesa col Governo

In questo momento in cui l’emergenza sanitaria causata dalla diffusione del COVID-19 va di pari passo con le difficoltà delle imprese e delle attività del nostro Paese, a causa delle misure contenitive, abbiamo bisogno anche di segnali positivi. Per questo Horecanews.it, tenendo fede al patto d’informazione con i suoi lettori, ha deciso di non fermare la normale programmazione ma di tenervi aggiornati sulle notizie del settore, anche per concedere un momento di svago dalle difficoltà del momento.

Dal 18 maggio hanno riaperto i bar campani, che possono servire finalmente al bancone i primi caffè da oltre due mesi. In ambito turistico, i musei riportano alla luce i loro tesori nascosti da settimane. Ma per mangiare al ristorante bisognerà aspettare giovedì, per chi si sentirà pronto a ripartire seguendo le linee guida. Questa è la ripartenza della Regione Campania, secondo le direttive del governatore Vincenzo De Luca che ha firmato l’ordinanza domenica 17.

Manca però la firma all’intesa col Governo, perché, come ha detto lo stesso Governatore in tv, sul tema dei trasferimenti fra le Regioni non esistono indirizzi chiari dal ministero della Salute. Per questo, ha detto De Luca, “il 2 giugno ragionerò sulla base dei dati epidemiologici, se il contagio sarà effettivamente contenuto bene. Ma se i livelli saranno ancora elevati, agiremo di conseguenza“.

Alto grado di allerta e riaperture graduali quelle della Regione. Da domenica sul sito della Regione Campania e tramite i canali social sono stati divulgati gli allegati dell’ordinanza con le linee guida di sicurezza relativi ai diversi settori che attendevano la riapertura.

Le linee guida e le norme valgono per i ristoranti e i bar con servizio al banco e al tavolo.

Cosa dice l’ordinanza sulle riaperture di ristoranti e bar con servizio al tavolo

Ristoranti e bar potranno riaprire al servizio al tavolo da giovedì. La differita dà il tempo ai gestori di organizzare la riapertura secondo le norme indicate dall’allegato dell’ordinanza dedicato al canale bar e ristorazione.

Dimenticando quanto veniva consigliato dall’Inail tramite le linee guida divulgate la scorsa settimana, di cui vi avevamo parlato nella news Verso la riapertura: il via libera ufficiale per ristoranti e bar arriverà fra pochi giorni, per gli operatori è in vigore l’obbligo di assicurare una distanza di 1 metro fra le persone sedute ai tavoli (schiena-schiena), prestando attenzione al distanziamento fra tavoli differenti (1 metro); da indicare tramite la segnaletica orizzontale e, qualora non sia possibile, utilizzando barriere di protezione sanificabili.

Una serie di divieti e suggerimenti hanno l’obiettivo di evitare assembramenti. Fra queste si fa divieto di consumo di alimenti in piedi, di cibo a buffet e di portate da condividere (si suggeriscono le monoporzioni); non sarà inoltre possibile fare accedere al locale più persone di quanti siano i posti a sedere.

Si prescrive di conservare l’elenco dei soggetti che hanno prenotato per un periodo di 14 giorni.

Si consigliano barriere fisiche per la zona di cassa, suddividere l’entrata e l’uscita (e laddove impossibile, contingentare le entrate con controlli), prevedere gel sanificanti al di fuori dei locali igienici, adottare menù digitali, condimenti e tovaglie monouso, incentivare pagamenti contactless. Il cliente potrà togliere la mascherina solo quando sarà seduto al tavolo.

Un video pubblicato sulla pagina Facebook del Governatore Vincenzo De Luca riassume le principali linee guida dell’ordinanza.

https://www.facebook.com/vincenzodeluca.it/videos/577418539569487/

All’interno dell’ordinanza sono specificate, inoltre:

  • tutte le informazioni necessarie per la formazione del personale secondo le nuove norme da applicare: dalle precauzioni comportamentali alle modalità di accesso ai locali;
  • indicazioni su pulizia, disinfezione e sanificazione;
  • linee guida sulla manutenzione degli impianti di areazione;
  • norme e suggerimenti per il ricevimento di materie prime;
  • nonché regole e raccomandazioni da seguire se si dovesse presentare un caso sintomatico sospetto, che si tratti di un ospite o di un dipendente.

Clicca qui per scaricare l’allegato 3 protocollo Regione Campania Ristorazione e Bar – 18 maggio

Print Friendly, PDF & Email
5/5 (5)

Lascia una valutazione

Condividi su: