Home Notizie Innovazione I’mpasta, il nuovo impasto per lieviti che nasce dalla pasta

I’mpasta, il nuovo impasto per lieviti che nasce dalla pasta

I'mpasta

Dopo quasi due anni di ricerca e sviluppo è stato presentato presso il Teatro Gerolamo, in Piazza Cesare Beccaria 8, “I’mpasta – Italian revolutionary dough”, il nuovo impasto per lievitati realizzato con la pasta che innova profondamente il mondo dei lievitati sia dolci che salati.

Che cos’è I’mpasta

I’mpasta è un impasto realizzato con grano duro o gluten free che innova la produzione e migliora la qualità di prodotti lievitati dolci e salati conferendo una straordinaria sofficità, digeribilità, conservabilità e un gusto esplosivo, in assenza totale di conservanti e senza significative variazioni di costo rispetto agli impasti convenzionali. I’mpasta è composto interamente da ingredienti naturali provenienti dall’industria alimentare della pasta, che introdotti nella lavorazione dei lievitati consentono di migliorarne proprietà organolettiche, valori nutrizionali e resa commerciale.

Come nasce I’mpasta

Nel 2017, approfondendo i suoi studi e sperimentazioni nel food, Antonella Bondi individua nella pasta secca e nelle sue proprietà degli spunti interessanti e rivoluzionari per realizzare un impasto base per lievitati.

La ricerca si trasforma presto in un progetto concreto, realizzato grazie all’importante contributo di Emidio Mansi del Pastificio Garofalo, che supporta Antonella nello sviluppo e nella riorganizzazione del processo di lavorazioni delle eccedenze della lavorazione della pasta. Queste ultime vengono recuperate, così da essere utilizzate per il benessere delle persone e fornendo una materia prima di alta qualità.

All’azienda veneta Grande Group è affidato il compito di seguire le ricette individuate da Antonella Bondi grazie alla collaborazione con professionisti panificatori, chef e pasticcieri di Piazza Grande e con l’obiettivo permettere una produzione e distribuzione su larga scala.

 

Perché I’mpasta

Alla base del prodotto c’è la volontà di offrire un pane industriale di qualità a prezzi contenuti, intercettando trend globali come l’esigenza di sostenibilità – in termini sia ambientali che di salute per chi mangia – e rispondendo a una modalità di consumo che sempre più vede il pane e i lievitati come snack da mangiare fuori casa.
“Sono convinta che mangiar bene sia un diritto di tutti e un piacere a cui non dobbiamo mai rinunciare. I’mpasta nasce dal mio amore per le cose buone e dalla mia costante voglia di sperimentare che mi ha portato a innovare due grandissimi classici italiani: il pane e la pasta”, racconta Antonella.

E se per il Pastificio Garofalo, come racconta Emidio Mansi – direttore commerciale Italia “I’mpasta offre la possibilità di dare alla qualità della nostra pasta una seconda vita nell’industria alimentare, in un’ottica di economia circolare estremamente attuale e in linea con il programma di sostenibilità ambientale e sociale del Pastificio”, è sul mercato retail che I’mpasta trova la sua piena realizzazione.

Il progetto Red Feltrinelli

I’mpasta entra sul mercato con Red, il bistrot delle librerie Feltrinelli. Con un lancio pilota presso tre punti vendita (Gae Aulenti, Sabotino e Firenze Santa Lucia) e un progetto di estensione in tutta Italia, Red scommette sulla bontà e i valori di I’mpasta e introduce in carta alcune referenze: toast, panini e focacce, declinati in versione classica e nei colori emblematici del marchio: il rosso del panino per l’hamburger – realizzato con il pomodoro – e il verde simbolo della sostenibilità, realizzato con i piselli. E poi i panettoni, classico e al cioccolato, che pur nel rispetto della ricetta tradizionale offrono una nuova versione del classico dolce natalizio.
Vito Brunetti, Marketing manager di Red Bitrot Libreria racconta: “Sin dall’inizio abbiamo creduto nel prodotto e nel progetto I’mpasta. Un brand come Red ha bisogno non solo di prodotti buoni e accessibili, ma anche di prodotti che promuovono valori culturali positivi e innovativi coerenti con il brand, frutto della contaminazione tra cultura e ristorazione. I’mpasta per noi rappresenta tutto questo”.

Antonella Bondi e Piazza Grande

Architetto, designer olfattivo, imprenditrice, Antonella Bondi crea prodotti e servizi che valorizzano la brand identity e la customer experience delle aziende, in particolare nei settori ospitalità e food del mondo del lusso. Dall’identità olfattiva – elaborata attraverso fragranze e amenities, alle mascotte, fino alla creazione di esperienze immersive e prodotti innovativi, Piazza Grande 1564 esprime in maniera non convenzionale la creatività, il senso del bello e del gusto del migliore Made in Italy.

    Vuoi ricevere maggiori informazioni sull'argomento di questo articolo? Compila il form indicando i tuoi dati e ti metteremo in contatto con chi potrà fornirti le informazioni richieste senza alcun impegno da parte tua.

    Print Friendly, PDF & Email
    Ancora nessun voto.

    Lascia una valutazione

    Condividi su: