Home Salute Il tè verde è un toccasana per l’intestino

Il tè verde è un toccasana per l’intestino

0
Tè verde

Il tè verde non solo fa bene all’intestino che può aiutare contro l’obesità. Emerge da uno studio dell’Università statale dell’Ohio, pubblicato sul Journal of Nutritional Biochemistry.

La ricerca è stata condotta su due gruppi di topi: quelli che seguivano una dieta a base di estratto di tè verde al 2% hanno avuto un miglioramento della salute intestinale.

I topi nutriti con una dieta ricca di grassi e con tè verde hanno perso il 20% del proprio peso e hanno mostrato una minore resistenza all’insulina rispetto ai topi nutriti con una dieta identica ma senza tè.

La quantità di tè verde utilizzato equivale a dieci tazze di tè verde a persona, un valore quotidiano non distante dal consumo abituale in alcune zone del mondo.

I germogli delle foglie e le foglie giovani del tè verde contengono la più alta percentuale di principi antiossidanti che si trova in natura, utili per contrastare la formazione di radicali liberi, responsabili dell’invecchiamento cellulare. I polifenoli presenti sono anti-radicali, più potenti persino della vitamina C ed E.

I ricercatori dell’Università di Tohoku, in Giappone, hanno dimostrato che il consumo regolare di tè verde contrasta la perdita delle facoltà cognitive e aiuterebbe a prevenire l’insorgenza del morbo di Parkinson e la sindrome di Alzheimer. Un vero e proprio elisir di giovinezza per il cervello; pare infatti che bere regolarmente tè verde garantisca alle cellule cerebrali freschezza ed efficienza.

Non a caso in Giappone, dove da secoli il tè verde è un rito, si registrano percentuali assai basse di forme di demenza senile. Il frequente consumo di tè verde ha confermato un’incidenza più bassa di diverse forme di cancro (tumori di pelle, polmone, esofago, stomaco, fegato, piccolo intestino, pancreas, colon, vescica, prostata e glande), rispetto alle persone che non lo assumono regolarmente.

Una tazza di tè verde al giorno, inoltre, è in grado di aumentare la densità ossea nelle donne in menopausa per la potente azione remineralizzante, che favorisce il metabolismo delle ossa e dei tessuti.

Print Friendly, PDF & Email
Ancora nessun voto.

Lascia una valutazione

Condividi su:

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here