Home Ho.Re.Ca. Ristorazione Il ristorante Urubamba sceglie Riflessi per i suoi interni

Il ristorante Urubamba sceglie Riflessi per i suoi interni

L'architetto Mario Sorrentino firma il progetto del ristorante Urubamba nel quartiere Chiaia a Napoli: una scatola blu con inserti in oro e gli arredi "Riflessi".

Per gli interni di Urubamba – ristorante fusion di tendenza nel cuore del quartiere Chiaia di Napoli – l’architetto Mario Sorrentino firma un progetto di grande riconoscibilità con arredi Riflessi custom-made.

L’architetto ha concepito il locale come una “scatola blu” ricca di dettagli color oro che ricordano lo stile decò, in armonia con il mood etno-chic che caratterizza la natura stessa di Urubamba e la sua proposta gastronomica.

© Marco Baldassarre

La solida sinergia tra l’architetto e l’azienda – che già in passato avevano collaborato per progetti di ristorazione – ha portato alla scelta di una ricca selezione di arredi Riflessi personalizzati per l’occasione. Come sedute, sono state scelte eleganti sedie e sgabelli della serie Giò e Perla con rivestimenti nelle palette del bordeaux e del blu con la base metallica in finitura dorata a richiamare i decori all’interno del ristorante.

© Marco Baldassarre

L’oro torna nei sette importanti chandelier della nuova serie Twist che illuminano il locale, caratterizzati da sfere in vetro bianco satinato che, come preziose volute, avvolgono la struttura tubolare con trattamento satinato galvanico oro.

© Marco Baldassarre

Gli arredi Riflessi dialogano in un sofisticato gioco di contrasti con i rivestimenti dai toni intensi selezionati dall’architetto per i banconi e i piani dei tavoli, nelle finiture noir desir, calacatta oro e fluidosolido blu firmate Laminam.

© Marco Baldassarre

Come afferma l’architetto Sorrentino: “il connubio tra il design personalizzato e la realizzazione da parte di un azienda specializzata ha consentito di avere originalità, funzionalità e altissima qualità nella realizzazione,” e di ottenere un progetto inedito con una spiccata personalità.

Vuoi ricevere maggiori informazioni sull'argomento di questo articolo? Compila il form indicando i tuoi dati e ti metteremo in contatto con chi potrà fornirti le informazioni richieste senza alcun impegno da parte tua.
   

Print Friendly, PDF & Email
Ancora nessun voto.

Lascia una valutazione

Condividi su: