Home Notizie Attualità Il mondo del caffè dice addio a Alberto Pascucci

Il mondo del caffè dice addio a Alberto Pascucci

Si è spento ad 88 anni l'imprenditore Alberto Pascucci, fondatore della torrefazione Caffè Pascucci

Si è spento ad 88 anni Alberto Pascucci, fondatore della torrefazione Caffè Pascucci. 

L’avventura imprenditoriale di Pascucci parte dal comune marchigiano di Monte Cerignone (dove ancora avviene la produzione del caffè) negli anni Cinquanta quando decide di trasformare l’azienda alimentare di famiglia in una piccola industria installando un impianto produttivo.
A partire dagli anni Settanta l’azienda si concentrerà unicamente sulla produzione di caffè, brevettando anche il proprio sistema di torrefazione.
La ricerca della qualità ha guidato sempre il lavoro di Alberto Pascussi anche nella realizzazione della catena di caffetterie “Caffè Pascucci Shop” che attualmente conta oltre 600 locali in tutto il mondo e collabora a tenere alto il nome del caffè italiano nel mondo.

“Piango la scomparsa di un grande uomo e di un grande imprenditore”. dichiara il Presidente della Provincia di Pesaro e Urbino Giuseppe Paolini  “Pascucci si è sempre distinto per la capacità di innovare e per l’attenzione alla qualità del prodotto, senza mai dimenticare la propria terra, anzi, traendo dalle sue origini linfa vitale per diffondere le proprie idee. Ricordo la stretta collaborazione tra Caffè Pascucci e la cooperativa Girolomoni per un importante progetto equo solidale ad Haiti. Mi stringo con sincero affetto e profondo dolore a tutta la famiglia”.

La Provincia di Pesaro e Urbino nel 2015 aveva consegnato ad Alberto Pascucci un “attestato di pubblica benemerenza alla carriera” per aver creato “un’azienda dedicata fin dal 1948 alla torrefazione del caffè e alla commercializzazione nel mondo di un prodotto di qualità, biologico e solidale, contribuendo a promuovere l’immagine dell’Italia e del nostro territorio”.

Print Friendly, PDF & Email
0/5 (1)

Lascia una valutazione

Condividi su: