Home Mercato Fusioni & Acquisizioni Il Gruppo San Benedetto annuncia l’acquisizione di Acqua Paradiso

Il Gruppo San Benedetto annuncia l’acquisizione di Acqua Paradiso

Con l'acquisizione di Acqua Paradiso continua la strategia di crescita di Acqua Minerale San Benedetto S.p.A. attraverso la diversificazione delle fonti su tutto il territorio nazionale

Il Gruppo San Benedetto annuncia l'acquisizione di Acqua Paradiso

Il Gruppo San Benedetto ha formalizzato l’acquisizione dello stabilimento di Acqua Paradiso la cui nuova denominazione diventa Pocenia SRL.
Lo stabilimento, chiuso dal 2017, comprende quattro impianti d’imbottigliamento di cui uno in asettico, con una capacità oraria complessiva di circa 90.000 bottiglie, in grado di confezionare una variegata tipologia di formati in vetro e PET.

L’Acqua Paradiso è una oligominerale pura e ricca di elementi che la rendono salutare e benefica per l’organismo. Dopo un viaggio nel sottosuolo che inizia sulle Prealpi Carniche, sgorga nello stabilimento di Paradiso di Pocenia in provincia di Udine. L’acqua è ricca di calcio e magnesio perché attraversa rocce piene di calcite e dolomite, mentre il profilo geologico del sottosuolo la protegge da possibili rischi di inquinamento.

L’acquisizione di Acqua Paradiso è un’opportunità importante per San Benedetto in quanto contribuisce a rafforzare la posizione del Gruppo anche in termini di prospettive future in un periodo così particolare e amplia la sua copertura di tutto il territorio nazionale.

“Il Progetto Network, ovvero la nostra strategia di diversificare su più fonti su tutta la penisola, è iniziato nel 2015 e rappresenta un segmento fondamentale del disegno di sostenibilità ambientale di San Benedetto che è composto da tante parti tra cui l’utilizzo razionale delle risorse attraverso la distribuzione più vicina ai consumatori e ai territori.” – commenta Enrico Zoppas, Presidente e Amministratore Delegato del Gruppo San Benedetto .- “La Fonte di Paradiso di Pocenia si affiancherà alle altre cinque del network – Scorzè (Venezia), Donato (Biella), Popoli (Pescara) e Viggianello e Cutolo in provincia di Potenza – grazie alle quali abbiamo ridotto l’incidenza dei trasporti ed evitato nel 2020 l’emissione di 23.221 tonnellate di CO2 eq.”.

Nata nel 1956, Acqua Minerale San Benedetto S.p.A. è presente in cento Paesi nei cinque continenti ed è il primo player in Italia del beverage analcolico (fonte GlobalData 2020, dati 2019). Azienda “totale”, multispecialista e multicanale, San Benedetto opera con successo in tutti i segmenti del mercato di riferimento, dalle acque minerali (San Benedetto, Antica Fonte della Salute, Acqua di Nepi, Guizza Pura di Roccia e Cutolo Rionero Fonte Atella) a quelle addizionate (Aquavitamin e San Benedetto SKINCARE), dalle bibite gassate (San Benedetto e Schweppes) al thè (San Benedetto e Guizza) e ai prodotti per bambini (San Benedetto Baby), dagli sport drink (Energade), alle acque toniche (Schweppes) fino alle bibite piatte a base di succo (San Benedetto Succoso e Tel Quel) e agli aperitivi (San Benedetto e Ginger Spritz).

Print Friendly, PDF & Email
Ancora nessun voto.

Lascia una valutazione

Condividi su: