Home Alcolici Il gin milanese GIASS arriva a casa grazie a Deliveroo e Kampaay

Il gin milanese GIASS arriva a casa grazie a Deliveroo e Kampaay

0
giass

Da oggi non dovete più preoccuparvi perché GIASS, il primo London Dry gin milanese arriva direttamente a casa grazie al servizio di Deliveroo.

A due anni dal suo lancio, anche GIASS sceglie il servizio di delivery con consegna a domicilio e non solo, in meno di 30 minuti. Grazie a Deliveroo, il cliente riceverà un cocktail kit completo che comprenderà oltre al gin meneghino e l’acqua tonica Goldberg, anche un bicchiere colmo di ghiaccio per preparare e godersi ovunque ci si trovi un gin tonic di altissima qualità.

La consegna in meno di mezz’ora consente al cliente di godersi il proprio gin tonic esattamente nel momento in cui il desiderio si manifesta. Nella nostra idea, questa possibilità è molto più di un servizio di delivery: è abbracciare uno stile di vita, è non rinunciare ai propri desideri, è un’opportunità in più per apprezzare e vivere il tempo libero…rigorosamente in compagnia visto che il kit è minimo per due persone.” afferma Andrea Romiti, uno dei cinque soci di GIASS.

Ma non è tutto. Grazie alla partnership di GIASS con Kampaay, start up attiva nell’organizzazione di eventi per privati e aziende, sarà possibile realizzare tramite un’app un vero e proprio angolo bar nei propri luoghi di aggregazione. Un mixologist sarà a disposizione per preparare i cocktail più amati a base di gin e non solo.
Per chi vuole fare festa in pochi minuti, creando il giusto mood per gli invitati, è un modo originale e immediato per coccolarsi o per sorprendere gli amici.
Non solo gin quindi, ma un vero e proprio servizio di home bar. Vogliamo dare a tutti la possibilità di valorizzare al meglio il rituale dell’aperitivo, della festa, del dopo cena. A casa, al lavoro o nel proprio show room le persone devono poter scegliere di bere bene e godersi il tempo libero. La partnership tra GIASS e Kampaay nasce proprio per unire qualità e praticità, per regalare ai clienti  un’esperienza di consumo facile ma di alto livello conclude Romiti.Che sia una festa privata, un aperitivo o un dopo cena con amici sul terrazzo, adesso è possibile brindare come, quando e dove si vuole con un ottimo GIASS tonic.

Una novità e una nuova sfida per GIASS, nato due anni fa all’ombra della Madonnina. Un gin equilibrato e versatile che mette d’accordo tutti i palati, grazie a 18 botaniche selezionate che mescolandosi sprigionano un inedito mix di profumi e aromi. Il carattere eclettico di GIASS si completa nella diciannovesima essenza, l’elemento instabile e sempre diverso. Un gin dall’anima complessa, autentica e immediata, che si beve anche on the rocks.

GIASS (che in dialetto lombardo significa “ghiaccio”) nasce dall’intuizione di cinque amici: Andrea e Simone Romiti, Richard D’Annunzio, Francesco Niutta e Francesco Braggiotti, che hanno saputo trasformare la passione per il rituale dell’aperitivo in un progetto ambizioso, dedicato alla loro città. La ricetta del gin nasce dalla creatività di Richard D’Annunzio, barman professionista: nella sua cucina, utilizzando la lavapiatti come surrogato di un alambicco, inventa e sperimenta fino a trovare la formula chimica perfetta, messa a punto dai cinque soci grazie a molti assaggi. Il risultato è un gin equilibrato e versatile che mette d’accordo tutti i palati grazie a 18 botaniche selezionate che, mescolandosi, sprigionano un inedito mix di profumi e aromi. Il carattere eclettico di GIASS si completa nella diciannovesima essenza, l’elemento instabile e sempre diverso, l’incontro con il gusto di chi lo sorseggia. La bottiglia, elegante nella sua semplicità, è anch’essa un omaggio alla città della Madonnina: l’etichetta, serigrafata sul vetro, è ispirata ai disegni geometrici della Galleria Vittorio Emanuele, mentre il logo richiama una “vedovella”, le tipiche fontanelle meneghine. A pochi mesi dal suo debutto sul mercato GIASS ha già ottenuto importanti riconoscimenti, tra cui la Medaglia d’Argento alla San Francisco World Spirits Competition 2017 (SFWSC), di gran lunga la gara più prestigiosa al mondo per i distillati. Grazie al design della sua bottiglia, curato da Chiara Cappellini e Lorenzo Piccinini, GIASS è stato premiato con la Silver Medal anche nella SFWSC Packaging Competition.
Vuoi ricevere maggiori informazioni sull'argomento di questo articolo? Compila il form indicando i tuoi dati e ti metteremo in contatto con chi potrà fornirti le informazioni richieste senza alcun impegno da parte tua.
5/5 (3)

Lascia una valutazione

Suggerisci una correzione all’articolo

[recaptcha]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here