Home Eventi & Fiere Premi & Riconoscimenti Igt Serranu 2015 della Cantina Tani di Monti è il miglior rosso...

Igt Serranu 2015 della Cantina Tani di Monti è il miglior rosso d’Italia

Serranu miglior vino rosso Vinitaly

L’Igt Serranu 2015 della Cantina Tani di Monti, in Gallura, è stato giudicato il miglior vino rosso d’Italia secondo la classifica stilata da 5StarWines, la selezione annuale di vini organizzata da Vinitaly. Il vino gallurese ha ottenuto il punteggio massimo di 95.

Cantina Tani, costruita nel 2008, è ubicata nel cuore dei vigneti per consentire una immediata vinificazione delle uve appena colte, apportando così giovamento alla qualità del prodotto finale. L’azienda nasce nel 1980 a Monti, paese collinare dell’entroterra gallurese a soli 15 minuti dalla coste di Olbia. Si estende per una superficie di circa 100 ettari, di cui venti a vigneto, e la restante in pascolo e bosco, di grande interesse naturalistico per la grande varietà di flora e fauna locale presenti. Particolarmente interessanti sono anche le conformazioni rocciose tipiche della zona di cui la nostra proprietà è disseminata.

Tra i primi nella classifica generale si trova un altro Igt rosso sardo il Montessu 2016 della Cantina Agricola Punica di Santadi (Sud Sardegna) con 93 punti, poi il vermentino di Gallura docg superiore Canayli del 2018 della cantina Gallura di Tempio Pausania (SS) con 93 punti e quindi la vernaccia di Oristano doc superiore Juighissa giudicato di Arbaree 2009 della cantina della Vernaccia con un punteggio di 93. A 91 punti diverse etichette.

Tra queste due Cannonau di Sardegna doc: l’Assolo 2017 del fratelli Rau, Tenuta l’Ariosa di Sassari e il Maimone Terre del S’inis 2017 della cantina della Vernaccia di Oristano.

Poi il bianco igt Oirad 2015 dell’azienda Ferruccio Deiana di Settimo San Pietro (Cagliari) e l’Igt rosso Usellus 2015 della cantina sociale La Giara. Quindi un Mandrolisai doc rosso superiore, l’Antiogu” 2015 di Fradiles (Atzara- Nuoro) e il Nuragus di Cagliari doc Perlas 2018 della cantina sociale di Dolianova (cagliari).

Infine quattro bianchi e un rosso: due vermentini di Gallura docg – il Branu 2018 di Surrau (Arzachena – Sassari) e il Karagnanj 2017 di Tondini (Calangianus – Sassari) – due Vermentini di Sardegna doc – il Galatea 2018 dei fratelli Rau e il Su’orma 2017 della cantina Su’Entu di Sanluri (Sud Sardegna) – e infine il Carignano del Sulcis doc riserva Buio Buio 2016 della cantina Mesa di Sant’Anna Arresi.

Print Friendly, PDF & Email
0/5 (1)

Lascia una valutazione

Condividi su: