Home Eventi & Fiere HostMilano: le coordinate da cui ripartire per il fuori casa

HostMilano: le coordinate da cui ripartire per il fuori casa

0
hostMilano

In questo momento in cui l’emergenza sanitaria causata dalla diffusione del COVID-19 va di pari passo con le difficoltà delle imprese e delle attività del nostro Paese, a causa delle misure contenitive, abbiamo bisogno anche di segnali positivi. Per questo Horecanews.it, tenendo fede al patto d’informazione con i suoi lettori, ha deciso di non fermare la normale programmazione ma di tenervi aggiornati sulle notizie del settore, anche per concedere un momento di svago dalle difficoltà del momento.

In un’epoca di transizione come questa, caratterizzata da molta insicurezza, il mondo della ristorazione a 360° prosegue il suo percorso, anche se con qualche difficoltà, per garantire a tutti gli operatori e professionisti una certezza: il settore sta reagendo con grande attenzione a questa fase dimostrando dinamismo, capacità di adattamento e impiegando soluzioni straordinarie. Per questo è necessario promuovere fin da ora il meglio dell’ospitalità e dell’hotellerie mondiale, con le ultime novità dei diversi comparti in termini di equipment, materie prime, attrezzatura, arredo tavola e semilavorati, focalizzando l’attenzione sui trend attuali e sulle novità che presto saranno proposte sul mercato. In particolare oggi la tecnologia diventa preziosa alleata anche in cucina, un supporto fondamentale per risparmiare tempo, ottimizzare le risorse e ottenere risultati performanti.

Soluzioni smart per una ristorazione in evoluzione

La tecnologia avanza ed entra in cucina, portando novità e cambiando il modo di lavorare. La strada dell’innovazione era già segnata da tempo e le aziende più accorte l’avevano già imboccata, come si è visto all’ultima edizione di HostMilano lo scorso ottobre. Questa strada passa anche per la sostenibilità.

Sostenibilità ambientale e sociale oggi significa per l’azienda uso efficiente delle risorse, economia circolare, tutela della biodiversità, riduzione dell’inquinamento. Con le imprese impegnate su tre fronti: investimenti in tecnologie rispettose dell’ambiente, introduzione di sistemi di produzione più puliti e meno energivori, comportamenti “etici”.

Uno scenario condiviso in molti paesi europei e anche oltre oceano. Ne è convinta la Presidente e Chief Executive Officer di Restaurants Canada, Shanna Munro: “La nuova tecnologia nelle attrezzature riduce i tempi di cottura e i tempi di pulizia. Tutto ciò aiuta i ristoranti a ridurre i costi operativi, aumentare la produttività ed essere più rispettosi dell’ambiente”.

Il futuro del settore sarà anche connesso. Le attrezzature dovranno essere controllabili da remoto, smart, con processi automatizzati e connesse tra loro.

Una crisi è anche occasione per far fare un balzo avanti a tecnologie già presenti. Dialogando costantemente con le imprese di settore si percepisce che l’industria delle attrezzature alimentari si sta allontanando da vecchie tecnologie a favore di tecnologie più green. Automazione, evoluzione delle energie e buffet in grado di gestire porzioni individuali anziché grandi portate, sono le linee guida suggerite, e quanto mai attuali, per rispondere alle moderne problematiche gestionali.

Altro fenomeno in ascesa è il Delivery, in ambito professionale e domestico. Incentivato dalla situazione emergenziale vissuta a inizio 2020, sta entrando sempre più nella vita quotidiana delle persone, si consoliderà e troverà spazio anche successivamente. I ristoranti vivranno una ridefinizione del loro concetto iniziale, non più strettamente legato ad un consumo in loco, ma porteranno nelle case le loro preparazioni assieme alla loro competenza. Le cucine dovranno rispondere a questa nuova esigenza, puntando sempre di più sull’organizzazione e il servizio alla clientela. Dalle testimonianze raccolte risulta che il futuro del Food & Beverage si concentrerà sull’accessibilità al prodotto on demand, un fenomeno che crescerà in volumi e in qualità. Assicurare il successo di questi nuovi tipi di ristorazione significherà pianificare i processi per dare consistenza alla qualità servita.

Le chiavi di lettura sul futuro del settore? Tecnologia a servizio della Qualità, Rapidità, Servizi on-demand

HostMilano, manifestazione leader dell’accoglienza, è un punto di riferimento per gli operatori del settore del fuori casa e si conferma volano per fare business di qualità. Il contributo di top player e di professionisti che condividono il proprio know how ed esprimono le loro riflessioni, diventa spunto interessante per tutti i protagonisti del mondo hospitality che intendono confrontarsi sul futuro del comparto.

La prossima edizione si terrà dal 22 al 26 ottobre 2021.

Print Friendly, PDF & Email
Ancora nessun voto.

Lascia una valutazione

Condividi su:

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here