Home Aziende Gruppo San Pellegrino: un modello per la sostenibilità ambientale
Traduci l'articolo nella tua lingua ArabicChinese (Simplified)EnglishFrenchGermanHindiItalianJapanesePolishPortugueseRomanianRussianSpanish

Gruppo San Pellegrino: un modello per la sostenibilità ambientale

0
San Pellegrino

Possiamo sicuramente affermare che il Gruppo San Pellegrino rappresenta un’eccellenza non solo per la qualità delle sue acque – apprezzate in tutto il mondo – ama anche per essersi negli ultimi affermata come modello per quanto riguarda la sostenibilità ambientale.
Con la pubblicazione del primo Rapporto sulla Creazione di Valore condiviso, San Pellegrino ha dimostrato che la sua linea produttiva ha creato un circolo virtuoso capace di creare valore sul piano sociale e economico, il tutto all’insegna dell’attenzione per l’ambiente.
Il volto green di San Pellegrino si manifesta a partire dallo stabilimento “smart” di Nestlé Vera a Castrocielo in provincia di Frosinone.
La struttura è completamente alimentata da energie rinnovabili e grazie all’impegno dell’azienda oggi gli sprechi di acqua e materiali sono totalmente assenti e in più le emissioni di CO2 sono state ridotte del 25% rispetto al 2015.
Ma San Pellegrino ha fatto ancora di più per il territorio e l’ambiente, impegnandosi insieme all’Università degli Studi “La Sapienza” di Roma nel recupero del sito archeologico Aquinum, affinché Castrocielo aumenti la sua attrattiva turistica.
L’impegno verso l’ambiente non si limita alle mura dei propri stabilimenti produttivi, infatti, per quanto riguarda il trasporto – altro punto dolente sul piano dell’inquinamento – l’azienda ha eliminato 500 automezzi su strada (quelli restanti sono alimentati a gas naturale rarefatto).
L’alternativa ai mezzi su strada è nata dalla collaborazione con l’azienda di ristorazione Camst con la quale si è dato vita al progetto “Un treno per l’acqua”, grazie al quale i trasporti avvengono su linea ferroviaria.
Inutile dire che anche il tema del riciclo della plastica è al centro dell’impegno di San Pellegrino che, oltre ad aver progetto con Danone una bottiglia in plastica PET bio, riciclabile al 100%, sensibilizza i più piccoli sul tema con dei progetti realizzati nelle scuole.
Continuando su questa strada è probabile che il Gruppo San Pellegrino sarà riconosciuta nel mondo non solo per le sue acque ma anche per il suo modello produttivo, che potrebbe rappresentare la strada per un futuro migliore del nostro pianeta.

Vuoi ricevere maggiori informazioni sull'argomento di questo articolo? Compila il form indicando i tuoi dati e ti metteremo in contatto con chi potrà fornirti le informazioni richieste senza alcun impegno da parte tua.

Ancora nessun voto.

Lascia una valutazione

Suggerisci una correzione all’articolo

[recaptcha]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here