Home Notizie Aziende Gruppo Pellegrini guarda alla ristorazione aziendale con i servizi Mymenu Business e...

Gruppo Pellegrini guarda alla ristorazione aziendale con i servizi Mymenu Business e Mybistrot

MyMenu di Gruppo Pellegrini punta al settore della ristorazione aziendale con i suoi servizi Mymenu Business e Mybistrot

Mymenu, la prima azienda di food delivery a capitale interamente italiano, acquisita nel 2021 dal Gruppo Pellegrini e specializzata nel segmento dei ristoranti di fascia alta, guarda al settore della ristorazione aziendale con i suoi servizi business, Mymenu Business, dedicato alla ristorazione aziendale di rappresentanza, con colazioni e cene di lavoro, e Mybistrot, dedicato alle pause pranzo.

L’offerta di Mymenu Business riprende, adattandolo alle esigenze del mondo professionale, la formula di successo di Mymenu, proponendo un servizio di ristorazione aziendale che si appoggia ai circa 1.000 ristoranti convenzionati con il servizio B2C di Mymenu in 6 città – Bologna, Brescia, Milano, Modena, Padova e Verona, cui presto si aggiungeranno altre città come Roma, Torino e Genova.
Per le occasioni di rappresentanza e per le cene in ufficio dell’ultimo minuto, gli utenti di Mymenu Business hanno a disposizione un servizio con funzionalità dedicate, tra le quali sono molto apprezzate la fatturazione cumulativa e la reportistica automatica per centro di costo, caso o progetto, cui si aggiungono le normali attenzioni di Mymenu: consegna puntuale, packaging e personale professionale impegnato nelle attività di consegna.

Mybistrot arriva invece sul mercato business-to-business con un nuovo approccio, in linea con i cambiamenti che la pandemia ha generato nella società, dalla maggiore diffusione di servizi digitali alla crescita dell’e-commerce fino alla permanenza dello smart working e del lavoro distribuito tra casa e ufficio.
In una situazione tuttora in divenire, in cui molte aziende non hanno ancora chiaramente delineato le loro strategie di rientro al lavoro e stanno ancora valutando se gestire le attività in presenza o adottare una modalità di lavoro ibrido, la possibilità di godere di servizi flessibili e personalizzati rappresenta un importante valore aggiunto.
In quest’ottica Mybistrot è una soluzione per la pausa pranzo creata per chi lavora in un ufficio e desidera un servizio digitale innovativo, che non offra il classico “cibo da ufficio” ma possa comunque essere pagato con buoni pasto online. Grazie alla collaborazione con cucine specializzate e l’Accademia Pellegrini, sono disponibili menù specifici studiati per rispondere in maniera personalizzata alle esigenze espresse dai dipendenti di godere di un’alimentazione variegata, sana ed equilibrata, come richiesto dai ritmi di lavoro di un ufficio moderno in un contesto urbano.
In linea con i valori del Gruppo Pellegrini, le cucine a cui si appoggia il servizio Mybistrot sono le uniche in Italia a offrire il valore aggiunto di un controllo completo della filiera di produzione, dall’approvvigionamento dei singoli ingredienti fino alla logistica della consegna al cliente. In questo modo è sempre garantita la qualità e la sicurezza del prodotto e si viene a instaurare un rapporto diretto e trasparente con l’utente finale.
Non mancano peraltro all’appello formule consolidate quali frigoriferi intelligenti e smart lockers con i quali gli uffici possono decidere di completare il servizio a loro dedicato.

“Con Mymenu Business e Mybistrot, il dipendente diventa protagonista, avendo una possibilità di scelta pressoché illimitata per i propri pasti in ufficio e potendosi creare un regime alimentare adatto alla realtà del lavoro moderno”, dichiara Edoardo Tribuzio, fondatore e CEO di Mymenu. “Con il graduale ritorno al lavoro in ufficio e l’affermarsi di modalità di lavoro ibride che vedono le persone alternarsi fra il lavoro da casa e la presenza in ufficio, è più importante che mai per le aziende disporre di soluzioni flessibili per il loro welfare, che permettano di pianificare i servizi di ristorazione dei loro dipendenti in maniera efficiente, offrendo un’esperienza di alto livello e minimizzando gli sprechi”.

Analogamente al servizio consumer, gli uffici e gli studi professionali che scelgono Mymenu Business e Mybistrot per il loro welfare possono ordinare accedendo alla App o al sito, specificando l’indirizzo di consegna, aggiungendo i piatti al carrello e infine completando l’ordine.
Le consegne sono effettuate direttamente dai rider, prelevando il prodotto appena pronto e utilizzando un packaging all’avanguardia che garantisce l’integrità e la corretta temperatura dei prodotti.
A questo punto i rider, che sono rigorosamente selezionati, formati e godono di diritti e tutele, sono pronti per la consegna, che avviene in un tempo medio di 32 minuti all’interno della città, 45 per le zone limitrofe.

I servizi di Mymenu Business e Mybistrot sono pensati per le persone che lavorano in uffici di piccole e medie dimensioni nelle zone centrali delle città e, grazie a un’efficiente logistica dell’ultimo miglio, consente ai lavoratori di beneficiare di un’offerta gastronomica tagliata su misura per le esigenze di ognuno.

A seguito dell’acquisizione da parte del Gruppo Pellegrini nel 2021 Mymenu ha registrato forti crescite nel nuovo anno anche nel segmento B2b, con un + 117% di ordini, andando ad attestarsi sui livelli del 2019 già nella prima metà dell’anno.

Mymenu viene fondata nel 2013 a Padova dall’idea di Edoardo Tribuzio come azienda tecnologica con la mission di rivoluzionare il settore del food delivery in Italia. Negli stessi anni Giovanni Cavallo e Lorenzo Lelli fondano Sgnam a Bologna, con il medesimo obiettivo. I successi raggiunti dalle due aziende li portano presto a unire le forze e lavorare insieme allo sviluppo di Mymenu. La società si distingue dalla concorrenza per un posizionamento più alto, collaborando da sempre solo con ristoranti selezionati e facendo della qualità una costante imprescindibile all’interno di tutta l’organizzazione aziendale, dai riders fino al servizio clienti che affianca ogni utente per garantire a ogni acquisto la migliore esperienza possibile. L’offerta dell’azienda si rivolge sia ad una clientela privata che corporate: la specializzazione nel segmento B2B con un servizio e delle funzionalità tecnologiche dedicate, hanno permesso di aggiudicarsi la fiducia di importanti aziende nazionali ed internazionali. Oggi il servizio è attivo principalmente nel Nord Italia con la previsione di estendere presto la copertura all’intero territorio nazionale.
Mymenu nel 2020 è cresciuta del +74% rispetto all’anno precedente, creando un indotto verso i ristoranti partner di 9 milioni di Euro e raggiungendo il punto di pareggio. www.mymenu.it
La Pellegrini, fondata dal Cavaliere del Lavoro Ernesto Pellegrini nel 1965, oggi è una realtà che si occupa di servizi dedicati alle aziende in Italia e all’estero e ha fatto registrare nel 2019 ricavi per 670 milioni di euro. Valentina Pellegrini, Vice Presidente, affianca Ernesto Pellegrini nella gestione, quale seconda generazione. Sono circa 10.000 i dipendenti della Pellegrini, distribuiti fra le sedi di Milano, Roma, Mendrisio (Svizzera) e i tanti appalti in giro per il mondo.
Il business dell’azienda si basa su 5 attività: Ristorazione Collettiva, Welfare Solutions, Pulizie Sanificazioni e Servizi Integrati, Distribuzione Automatica, lavorazione della carne e forniture alimentari. L’Accademia Pellegrini è il centro di eccellenza dell’azienda, dedicato alla ricerca, allo sviluppo di nuove soluzioni e alla formazione dei manager, cuochi e addetti. Per volontà della famiglia imprenditrice, la Pellegrini reinveste nell’azienda tutti i propri utili.
La Pellegrini sostiene dal 2014 la Fondazione Ernesto Pellegrini ONLUS, la cui prima attività è stata il ristorante solidale Ruben.

    Vuoi ricevere maggiori informazioni sull'argomento di questo articolo? Compila il form indicando i tuoi dati e ti metteremo in contatto con chi potrà fornirti le informazioni richieste senza alcun impegno da parte tua.

    Print Friendly, PDF & Email
    Ancora nessun voto.

    Lascia una valutazione

    Condividi su: