Home Notizie Aziende Gruppo Lunelli acquisisce Cedral Tassoni. Obiettivo: la creazione di un polo beverage...

Gruppo Lunelli acquisisce Cedral Tassoni. Obiettivo: la creazione di un polo beverage made in Italy all’estero

Le bollicine Ferrari incontrano la famosa Cedrata grazie alla recente acquisizione di Cedral Tassoni da parte del Gruppo Lunelli, all’interno di una strategia che ha come obiettivo la creazione di un baluardo del made in Italy nel mondo.

Il Gruppo Lunelli fa capo all’omonima famiglia e opera nel settore del beverage di alta gamma con marchi del calibro di Ferrari Trento, Bisol1542, Surgiva, Segnana e Tenute Lunelli.

Il Gruppo vuole creare un vero e proprio polo dell’eccellenza del beverage made in Italy nel mondo, e questa acquisizione conferma tale rotta, nonché la volontà della famiglia Lunelli di rendere più forte il radicamento nel territorio italiano e al contempo di espandersi per farsi conoscere con questa identità.

Siamo orgogliosi che Tassoni entri nel Gruppo Lunelli perché è un marchio iconico, un simbolo della migliore tradizione italiana che rimane in questo modo patrimonio del nostro Paese”, afferma Matteo Lunelli, CEO del gruppo di famiglia. “Punteremo a rafforzare ulteriormente il marchio, posizionandolo come il Luxury Soft Drink italiano per eccellenza. Abbiamo in programma di aumentare la presenza sui mercati internazionali e di sviluppare la gamma che già affianca alla cedrata bibite create con materie prime sostenibili e di altissima qualità”.

L’operazione è stata gestita, per la parte acquirente, dal team di Lunelli Holding, coordinato da Matteo Lunelli e dal Direttore Finanziario Claudio Dimarco, con la consulenza legale di Alberto Calvi di Coenzo dello Studio Avvocatidiimpresa e con il supporto alla negoziazione di Cassiopea Partners.

Cedral Tassoni entrerà nel Gruppo come realtà produttiva autonoma.

 

Cedral Tassoni. Nata nel 1793 come Spezieria, Cedral Tassoni è un’azienda italiana con sede a Salò, sulla riva bresciana del Lago di Garda, dove ancora oggi risiedono gli uffici e lo stabilimento produttivo. Nel 2018 l’azienda ha celebrato 225 anni di attività, un traguardo raro e importante. Guidata dalla stessa famiglia da quattro generazioni, negli anni l’azienda si è evoluta fino a diventare un marchio noto ed evocativo, capace di far breccia nel cuore degli italiani e di perdurare al di là delle mode. Oggi Tassoni, un’eccellenza a livello mondiale, è riconosciuta come una delle poche realtà che controlla in modo costante e puntuale la filiera, a garanzia di qualità dell’intero ciclo di vita del prodotto. Le peculiarità della storia di Cedral Tassoni sono gli elementi fondamentali che hanno contribuito a creare prodotti di successo distribuiti in tutto il mondo: la tradizione di distillare infusi idroalcolici ricavati dal cedro, il rispetto delle materie prime e una filiera controllata che produce i propri aromi, dalla selezione dei frutti alla preparazione degli aromi, all’imbottigliamento al prodotto finito, con una lungimiranza e un nome che ancora oggi, dopo due secoli di storia, delizia i palati dei veri intenditori con un gusto che non smentisce mai.
Gruppo Lunelli. La famiglia Lunelli ha voluto, a partire dagli anni Ottanta, affiancare al Ferrari altre produzioni che ne condividessero i valori di fondo – altissima qualità, ricercatezza e forte legame con il proprio territorio – per costituire quello che è oggi un gruppo dell’eccellenza del bere.
Il gruppo Lunelli vede quindi a fianco del Ferrari un’acqua leggera ed esclusiva come Surgiva, un marchio storico della grappa come Segnana, i vini trentini Lunelli, i toscani della Tenuta Podernovo e gli umbri della Tenuta Castelbuono e locanda Margon, un luogo di eccellenza e sperimentazioni per innovativi abbinamenti con le bollicine.

    Vuoi ricevere maggiori informazioni sull'argomento di questo articolo? Compila il form indicando i tuoi dati e ti metteremo in contatto con chi potrà fornirti le informazioni richieste senza alcun impegno da parte tua.

    Print Friendly, PDF & Email
    Ancora nessun voto.

    Lascia una valutazione

    Condividi su: