Home Eventi Grande successo per la Festa del Grano voluta dal maestro Nicola Fiasconaro

Grande successo per la Festa del Grano voluta dal maestro Nicola Fiasconaro

Grande successo per la Festa del Grano voluta dal maestro Nicola Fiasconaro

È stata un emozionante ritorno alla vita campestre e ai momenti legati alla raccolta nei campi la Festa del Grano appena conclusasi a Castelbuono (PA). Una giornata nata da un’idea del Maestro Nicola Fiasconaro che si è svolta nella tenuta di famiglia nel segno della riscoperta delle tradizioni della vita agreste. Un’occasione per riaffermare valori di vita comuni e gesti di un lavoro con modalità e rituali antichi, sullo sfondo di una Sicilia rurale e autentica, ma con uno sguardo deciso al futuro.

“Oggi vogliamo tornare alle origini, far rivivere le tradizioni agricole del nostro territorio e parlare di rinascita. Una rinascita che vogliamo associare alle più antiche varietà e tecniche di coltivazione del grano, come il grano Maiorca, una varietà del nostro territorio. Un frumento antico siciliano, bianco, tenero e molto nutriente, che anticamente veniva utilizzato per preparare dolci e che oggi abbiamo ritrovato”, ha commentato il Maestro Nicola Fiasconaro.

Alla riscoperta del grano Madonita

L’idea del Maestro Pasticciere Nicola Fiasconaro è stata proprio quella di far rivivere le origini di quel grano che per secoli è stato coltivato in Sicilia, nel territorio Madonita.

Un alimento prezioso e nutriente, un grano speciale per sapore, proprietà nutritive, versatilità d’utilizzo e relativa rapidità di cottura.

Fra i momenti più suggestivi della Festa del Grano c’è stato quello della mietitura, che è stata effettuata manualmente con una piccola falce. Una volta tagliato, il grano è stato portato nell’aia con l’ausilio dei muli per rendere possibile la separazione dei chicchi dalla paglia. È poi seguita la fase della molitura all’interno di un piccolo mulino a pietra, dove il grano è stato impastato e cotto in un forno a legna.

Fra tradizione e innovazione, anteprima a sorpresa di Natale

Il Maestro ha riscoperto i grani autoctoni coltivandoli proprio nella sua tenuta e ha potuto apprezzane la particolare maglia glutinica e la consistenza ideale per le sue creazioni dolciarie. In particolare, ha scelto il grano Madonita per l’innovativa ricetta del nuovo panettone FiasconaroRosa e Fico D’India per il Natale 2020.

Un panettone speciale, simbolo di speranza e di rinascita, nel quale la rosa dalle fragranze mediterranee incontra i fichi d’India nell’abbraccio della farina di grano tenero siciliano. Le perle di cioccolato rosa, dal gusto fruttato, impreziosiscono l’anima e la doppia copertura del dolce, realizzata con cioccolato bianco e confettura di fico d’India.

Un prodotto che nasce dalla tradizione e dalle caratteristiche delle terre siciliane, fonti inesauribili di ispirazione e di creatività per il Maestro Nicola, che lo ha messo a punto in mesi di sperimentazione e di ricerca dei migliori ingredienti. Un vero e proprio viaggio sensoriale attraverso la Sicilia, terra aspra e riarsa dal sole, ma sempre generosa e capace di regalare fragranze mediterranee e frutti antichi dal sapore unico.

Sapori, profumi e alchimie della Sicilia sono la suggestiva cornice della storia e della tradizione dell’azienda dolciaria Fiasconaro, nata nel 1953 a Castelbuono, nel cuore del parco delle Madonie, in provincia di Palermo.

Mario Fiasconaro

Oggi l’azienda, giunta alla terza generazione è un’eccellenza del made in Italy, con un fatturato di oltre 21 milioni di euro e una crescita del 20% su tutti i principali mercati: Italia, Canada, Francia, Stati Uniti, Germania, Inghilterra, Australia e Nuova Zelanda e con un orizzonte strategico rivolto al mercato asiatico. Fiasconaro è totalmente made in Sicily e anche il suo indotto segue la territorialità.

Il panettone e la colomba Fiasconaro rappresentano il core-business dell’azienda, ma è in continua crescita anche l’incidenza della linea di prodotti continuativi: torroncini, cubaite, creme da spalmare, mieli, marmellate, confetture e spumanti aromatici.

Vuoi ricevere maggiori informazioni sull'argomento di questo articolo? Compila il form indicando i tuoi dati e ti metteremo in contatto con chi potrà fornirti le informazioni richieste senza alcun impegno da parte tua.
     

Print Friendly, PDF & Email
Ancora nessun voto.

Lascia una valutazione

Condividi su: