Home Senza categoria Elior, al via il nuovo servizio di ristorazione pensato per gli stabilimenti...

Elior, al via il nuovo servizio di ristorazione pensato per gli stabilimenti balneari

Elior, al via il nuovo servizio di ristorazione pensato per gli stabilimenti balneari

Elior, gruppo leader della ristorazione, presenta un nuovo servizio che semplifica la ristorazione degli oltre 10.000 stabilimenti balneari italiani, la cui riapertura nell’estate dopo l’emergenza Covid-19 è segnata dall’esigenza di garantire a tutti i clienti sicurezza e distanziamento sociale.

La soluzione studiata da Elior mette a disposizione dei gestori dei lidi piatti pronti, sia in multiporzione che in monoporzione sigillata, che permettono di offrire alla clientela una pausa veloce, fresca e soprattutto sicura, che può essere comodamente consumata al tavolo o presso l’ombrellone.

Grazie a questa nuova formula, gli operatori del settore possono facilmente inserire nei propri menu pasti sicuri, completi e bilanciati, insieme a una offerta di piatti da comporre a piacimento come insalate, secondi, piatti freddi.
Inoltre, la soluzione consente di evitare il sovraffollamento in cucina e offrire un servizio di ristorazione di alto livello per un numero anche limitato di clienti, senza la necessità di coinvolgere esperti in cucina. Il sistema si basa sulla tecnologia di confezionamento in atmosfera protettiva (ATP) che consente la conservazione di piatti pronti mantenendo inalterate le caratteristiche organolettiche e nutrizionali.

Il primo progetto pilota prevede l’attivazione del servizio a favore degli stabilimenti balneari e delle strutture turistiche della Riviera Romagnola, nel tratto di costa tra Ravenna e Riccione, uno dei principali poli di attrazione turistica a livello nazionale. A tendere, il programma prevede l’estensione su tutto il terriotiro nazionale.

“L’innovazione di modelli organizzativi e processi rappresenta un driver fondamentale per affrontare con slancio la sfida della ripartenza: grazie a questo progetto di ristorazione semplice e di qualità vogliamo offrire al settore degli stabilimenti balneari, uno dei driver principali del settore del turismo in Italia, una soluzione in grado di migliorare il loro business e la loro offerta” sottolinea Michea Ferrante, Responsabile Commerciale della Divisione Atp di Elior. “Grazie all’ATP siamo partner dei gestori dei lidi per una cucina di qualità, sostenibile e gustosa, con una offerta distintiva caratterizzata da grande varietà di ricette e opzioni disponibili. Un contributo a rispondere con successo ad una clientela sempre più esigente sotto il profilo qualitativo e nutrizionale in tutte le occasioni di consumo”.

L’ATP – Conservazione in Atmosfera Protettiva

Si tratta di una modalità di conservazione degli alimenti, ad esempio i piatti pronti, che prevede la sostituzione dell’atmosfera circostante il prodotto prima della sigillatura in materiali barriera, senza alcuna manipolazione del prodotto stesso. Nella confezione viene modificata la percentuale dei tre gas presenti in nautura (azoto, ossigeno e anidride carbonica) aumentando azoto e anidride carbonica al fine di migliorare al conservazione e riducendo la presenza di ossigeno, che favorisce le modificazioni del prodotti e la prolificazione microbica.

Leader in Italia nella Ristorazione Collettiva, Elior serve nel nostro Paese oltre 95 milioni di pasti l’anno in più di 2.400 ristoranti e punti vendita grazie ai suoi 12.000 collaboratori. Elior opera in molteplici settori quali le aziende, le scuole, il socio-sanitario, le forze armate, i musei, e la ristorazione a bordo delle Frecce di Trenitalia. Offre soluzioni su misura per ogni cliente, prendendosi cura di ciascuno grazie a un’offerta di ristorazione equilibrata, con servizi personalizzati e innovativi. Ingredienti vincenti di Elior sono da sempre gusto, sostenibilità e innovazione, per rendere ogni pasto un momento da assaporare grazie a ingredienti freschi di qualità, piatti bilanciati e sempre contemporanei. La qualità è per Elior un impegno quotidiano reso concreto e tangibile non solo dalla scelta degli ingredienti del territorio e dall’attenzione offerta dal personale, ma anche dalle certificazioni che sono costantemente rinnovate e dall’adesione a protocolli di sostenibilità, come il Global Compact, il programma delle Nazioni Unite sulla Responsabilità Sociale d’Impresa. Un impegno che si traduce in una strategia di CSR aziendale, Positive Foodprint Plan™, attraverso la quale si vuole creare un circolo virtuoso nel mondo della ristorazione, dal campo coltivato alla tavola, lavorando in sinergia con fornitori, clienti, utenti finali e dipendenti.

Print Friendly, PDF & Email
1/5 (1)

Lascia una valutazione

Condividi su: