Home Attualità Efsa: necessario fissare un limite per l’utilizzo dei fosfati
Traduci l'articolo nella tua lingua ArabicChinese (Simplified)EnglishFrenchGermanHindiItalianJapanesePolishPortugueseRomanianRussianSpanish

Efsa: necessario fissare un limite per l’utilizzo dei fosfati

0
Efsa

L‘Efsa, l’Autorità europea per la sicurezza alimentare, emana un nuovo parere sui fosfati.

I fosfati (composti a base di fosforo) sono nutrienti essenziali che possono essere presenti naturalmente negli alimenti e sono fondamentali in una dieta equilibrata.
In Europa è consentito utilizzarli come additivi alimentari (emulsionanti e antiossidanti). Alcuni di essi possono essere aggiunti anche agli alimenti per neonati e bambini piccoli.

Nuovi studi porterebbero oggi a nuove conclusioni sul loro utilizzo; la dott.ssa Ursula Gundert-Remy, presidente del gruppo di lavoro sui fosfati ha dichiarato: “Il gruppo scientifico ha riesaminato la sicurezza dei fosfati e, per la prima volta, ha dedotto una dose giornaliera globale ammissibile (DGA) di 40 milligrammi per chilogrammo di peso corporeo (mg/kg di peso corporeo) al giorno”, limite fissato tenendo conto della quantità di fosforo totale assunto non solo tramite additivi alimentari ma tramite tutte le fonti.
Gli esperti sostengono che il nuovo limite imposto potrebbe essere facilmente superato in diete ricche di fosfati soprattutto quelle di bambini e adolescenti e per tanto invitano le istituzioni a rivedere le normative sull’utilizzo.

In particolare, a destare l’attenzione degli esperti Efsa sono stati soprattutto gli intergratori alimentari.
Attualmente i fosfati come additivi negli integratori alimentari possono essere usati senza un limite di quantità; gli esperti dell’Efsa hanno però rilevato che in soggetti di età superiore a 3 anni che li consumano periodicamente l’esposizione alimentare stimata può superare la dose giornaliera accettabile a livelli talmente elevati da causare effetti nocivi sui reni e per questo raccomando fortemente l’introduzione di un limite di utilizzo

5/5 (2)

Lascia una valutazione

Suggerisci una correzione all’articolo

[recaptcha]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here