Home Prodotti Caffè Daroma cresce con Mandarin Capital Partners

Daroma cresce con Mandarin Capital Partners

daroma

Il fondo Mandarin Capital Partners ha acquisito una quota di maggioranza del capitale di Daroma Caffè, progetto imprenditoriale nato da un’idea di Giulio Santin che si è posto l’ambizioso obiettivo di riunire vari marchi per creare la più importante torrefazione italiana al servizio dei bar. Sono attualmente parte di Daroma Caffè: Caffè Palombini, Giovannini, Mexico, Caffè Camilloni, Caffè Nori e Il Caffè di Van Doren.

Daroma si impegna così a concentrare la torrefazione ed il confezionamento del caffè nel sito di Castel Maggiore (BO) e la produzione di monoporzionato nel sito di Thiene (VI). Il gruppo è presente con i suoi brand principalmente in Lazio, Emilia-Romagna e Sardegna. “Il resto dell’Italia sarà inserito in un progetto quinquennale” aggiunge Giulio Santin ceo di Daroma, spiegando la scelta di crescere tramite acquisizioni. “È il processo più naturale e che determina minori scossoni nel processo di crescita. Si acquista e l’azienda acquisita diventa parte integrata in un processo naturale dove i cedenti seguono e monitorano ogni fase garantendo continuità di prodotto e servizio ai clienti”.

Grazie a quest’operazione Daroma esordisce sul mercato con ricavi consolidati di circa 60 milioni di euro e può porsi nuovi obiettivi di espansione, tra cui nuove acquisizioni, potenziamento nei canali Horeca e GDO e, soprattutto, la crescita e l’affermazione di tutti i marchi sul mercato estero.

Dopo l’acquisizione di Nero Nobile, leader nella produzione di caffè e prodotti solubili in capsula e di un’azienda operante nella vendita on-line di caffè in grani e monoporzione, il fondo Mandarin Capital continua a investire nel comparto del caffè italiano facendo leva sul grande interesse che sta suscitando a livello internazionale.

Print Friendly, PDF & Email
5/5 (2)

Lascia una valutazione

Condividi su: