Home Ristorazione Da Valhalla a Milano il “Vichingo innamorato” è il menù di San...
Traduci l'articolo nella tua lingua ArabicChinese (Simplified)EnglishFrenchGermanHindiItalianJapanesePolishPortugueseRomanianRussianSpanish

Da Valhalla a Milano il “Vichingo innamorato” è il menù di San Valentino

0
Valhalla

Da Valhalla, ristorante “vichingo” che ha da poco aperto i battenti a due passi dalla Darsena milanese, si festeggia un san Valentino gustoso. Il menù, rinominato “Il Vichingo innamorato“, ha come protagonista la carne e mette in risalto il punto di forza del ristorante dove “la carne è divina“.

Antipasto

Tartare di agnello marinato al cassis e ribes nero, maionese affumicata e mandorle

Portata principale

Stinco di vitello e radicchio tardivo con contorno a scelta

Dessert

Mousse alla vaniglia, cioccolato al latte e gelatina di olivello spinoso.

Una bottiglia di vino a scelta tra Chianti Classico, Montepulciano d’Abruzzo, Nero d’Avola biologico, Lambrusco oppure un boccale di birra artigianale B-max da 65cl a testa.

Ogni piatto del ristorante Valhalla, il paradiso dei guerrieri valorosi del nord, ha un divertente nome vichingo che richiama la mitologia di Odino.

L’idea è di due giovani imprenditori: Igor Iavicoli (32 anni) e Milena Vio (28 anni), già gestori del Vinyl Pub in zona Isola, appassionati di mitologia nordica.
Anche il logo, il mitico Valknut, o nodo di Odino, rappresentato con tre triangoli intrecciati, è un cameo dei nove mondi mitologici norreni.
L’atmosfera ricorda con pelli, elmi e scudi quella dei popoli nordici e dei palazzi dell’Ásgarðr, il Valhalla appunto, dimora eterna per gli eroi caduti gloriosamente in battaglia.
In sala Diego Borella, 32 anni, che seleziona idromele, birre artigianali e piccoli produttori di vino. In cucina lo chef Mauro Molon, 34 anni, con importanti esperienze in hotel di lusso.

Ancora nessun voto.

Lascia una valutazione

Suggerisci una correzione all’articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here