Home Pasticceria Consigli su come scegliere il panettone senza sbagliare
Traduci l'articolo nella tua lingua ArabicChinese (Simplified)EnglishFrenchGermanHindiItalianJapanesePolishPortugueseRomanianRussianSpanish

Consigli su come scegliere il panettone senza sbagliare

0
Panettone

QualeScegliere.it, sito italiano che recensisce prodotti e servizi, ha realizzato un vademecum con l’obiettivo di scegliere il panettone giusto tra l’incredibile numero di prodotti che si trovano nei supermercati, discount, negozi specializzati, pasticcerie.
Il portale fa presente prima di tutto che la spesa deve essere compresa da un minimo di 2,90 euro a un massimo di 12 per un panettone industriale. Per un panettone artigianale i prezzi partono almeno da 20 euro.
Il secondo parametro è quello di non associare il prezzo a un segno di qualità, o viceversa, nel caso dei panettoni presenti nella grande distribuzione, visto l’alto numero di prodotti sul mercato che possono favorire una variazione dei prezzi dei singoli panettoni tra un punto vendita e l’altro.
Attenzione inoltre all’etichetta, in quanto fornisce informazioni non solo sugli ingredienti utilizzati ma anche sullo stabilimento nel quale il panettone è prodotto. Tra gli altri elementi da considerare quello del packaging, che può pesare molto nella differenza di prezzo tra i prodotti noti, che offrono confezioni più curate ed accattivanti, e quelli di sottomarca che invece risultano più semplici e meno attenti ai dettagli di marketing.
Infine, per riconoscere un panettone di qualità esistono delle caratteristiche legislative. Sulla base del Decreto Ministeriale del 22/07/2005, il prodotto deve contenere obbligatoriamente: farina di frumento, zucchero, uova di gallina di classe A (uova fresche) o tuorlo d’uovo in una percentuale non inferiore al 4%, un minimo di 16% di burro, uvetta e scorze di agrumi canditi (almeno il 20%) e lievito naturale. Secondo Aidepi (l’associazione delle industrie del dolce e della pasta italiane) nel nostro Paese ne vengono prodotti ogni anno circa 50 tonnellate, che equivalgono circa a 50 milioni di unità (0,82 pro capite) per un giro d’affari complessivo pari a 331 milioni di euro. Un trend, quello del panettone, in costante crescita, +4%.

Ancora nessun voto.

Lascia una valutazione

Suggerisci una correzione all’articolo

[recaptcha]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here