Home Ristorazione Con Tempi di Recupero Week 2019 Il Marin di Genova abbraccia la...

Con Tempi di Recupero Week 2019 Il Marin di Genova abbraccia la cucina sostenibile

0
il marin

Dal 16 al 24 novembre il ristorante gourmet Il Marin di Genova aderisce all’iniziativa Tempi di Recupero Week 2019 e promuove, con il contributo dei suoi ospiti, un approccio sostenibile e conviviale a tavola.

L’executive chef Marco Visciola, ligure doc e artefice di un’originale valorizzazione del pesce nel rispetto del mare e della biodiversità, ha creato per l’occasione il menu Il merluzzo dalla testa alla coda. Un percorso culinario che esalta un pesce dal sapore inconfondibile, utilizzabile in ogni sua parte in modo sfizioso e prelibato.
Il costo di questa formula è di 50 euro a persona bevande escluse, valida tutti i giorni della settimana ad eccezione di martedì 19 novembre.
Ecco le proposte:

Antipasti: Ventresca basilico e radicchio – Fritto di guance, gole e pinne
Primo: Spaghetto, cipolle alla brace, trippe e fegato affumicato
Secondo: Filetto, topinambur, bietole e spezie genovesi
Dolce: Pil pil alla vaniglia, pelle croccante, agrumi e cicoria

Un progetto in sintonia con la filosofia dello chef

Tempi di Recupero Week fa parte di una manifestazione di respiro internazionale, ideata nel 2013 da Carlo Catani, ex direttore dell’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo, e rivolta a chef, osti e privati sensibili al tema del recupero come buona pratica alimentare.
L’obiettivo vuole essere quello di educare e coinvolgere il pubblico in maniera giocosa e stimolante nell’utilizzo integro delle materie prime in cucina.
La nobilitazione del quinto quarto di carni, pesci e verdure, degli avanzi del giorno prima e dei piatti della tradizione e della memoria costituisce il cardine fondativo di questo appuntamento virtuoso.
Insieme ai promotori del progetto, Il Marin sceglie di mettere in circolo piccoli gesti quotidiani che creano consapevolezze e generano cambiamenti attraverso un inno globale alla bellezza del cibo eco ed etico.
Sostenendo l’evento, i clienti del ristorante compiono un’azione benefica: buona parte del ricavato dalle donazioni sarà infatti devoluto a due enti no-profit impegnati nella costruzione di un mondo più sostenibile, Food for Soul e Food for Change.
Genova e l’Italia sono in buona compagnia nell’adesione alla manifestazione: Spagna, Francia, Regno Unito, Portogallo, Germania, ma anche Russia, Ecuador e Stati Uniti hanno risposto con entusiasmo all’appello per impiegare il cibo in un modo più proficuo per le tasche, l’ambiente e il gusto.

il marinMarco Visciola

34 anni, ligure doc di Bogliasco, innamorato della propria terra e delle sue origini, “un orto sospeso sul mare”, come ama chiamare la sua Liguria. Inizia la sua carriera al Solito Posto di Bogliasco, entra nel mondo Eataly e cura l’apertura di Eataly Corea. Qui lo chef prende confidenza con ingredienti asiatici e tecniche di lavorazione come le fermentazioni che trasporta anche come cammei del gusto nella sua cucina. Poi le esperienze da Enrico Crippa a Piazza Duomo ad Alba e da Fabrizio Tesse alla Locanda d’Orta hanno completato la sua formazione che vede in primo piano il rispetto per la materia prima e il territorio ligure. Uno chef “di mare” che ha sposato la causa della pesca etica, prediligendo in carta il pesce azzurro del Mediterraneo.

Print Friendly, PDF & Email
5/5 (1)

Lascia una valutazione

Condividi su:

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here