Home Attualità Chiude S’Apposentu di Siddi: stella Michelin di Roberto Petza

Chiude S’Apposentu di Siddi: stella Michelin di Roberto Petza

0
Roberto Petza - s'apposentu

Ho chiuso un accordo col comune di Siddi, proprietario dell’immobile che mi ha ospitato per 10 anni. Con la consegna delle chiavi si chiude un ciclo. Tante gioie e qualche amarezza in questo periodo trascorso in Marmilla“. Con questo post su Facebook lo chef stellato Roberto Petza annuncia la chiusura di S’Apposentu di Siddi, un piccolo borgo di 700 abitanti che per dieci anni ha fatto conoscere al mondo l’alta cucina sarda raffinata e a km zero.

Vi spiego il mio lungo silenzio, amici.È trascorso un anno di ferie forzate preceduto da un anno di deludenti rotture…

Pubblicato da S'Apposentu di Roberto Petza su Domenica 10 novembre 2019

Il suo ristorante con una stella Michelin, punto di riferimento in Sardegna, era diventato un importante indotto per la piccola comunità di Siddi in Marmilla, una delle aree più depresse dell’Isola. Da qui si irradiavano manifestazioni, iniziative e sperimentazioni, volte a condividere il sapere e coinvolgere la popolazione, che hanno portato alla ribalta le potenzialità anche umane del territorio.

Ricordo quando alla mia dichiarazione – mi trasferisco a Siddi- tanti ribadivano – bravo fai bene trasferirti a Sidney! C’era grossa crisi e pareva naturale che una persona con già un discreto successo oltre i confini andasse a sfruttarlo al meglio a Sidney e non a Siddi. Io invece decisi di stare e di accettare la sfida di atterrare come un extraterrestre nella zona più depressa della Sardegna“.

Ma il post dello chef sardo non è andato giù al sindaco di Siddi, Stefano Puddu. “Abbiamo fatto di tutto per tenerlo – racconta all’ANSA – Nonostante l’offerta al ribasso che gli abbiamo proposto purtroppo ha deciso di andarsene. Non era un problema di affitto. Per la nostra comunità è una grande perdita. Roberto ha dato lustro a Siddi con una esperienza irripetibile. Gli auguro di trovare la fortuna che merita“.

Fatto sta che Petza parla di un anno di deludenti rotture con persone coinvolte nel progetto e di non occuparsi più da due anni né della scuola di cucina né della pizzeria di Baradili. Marmilla è stata una esperienza fantastica per Siddi della quale ha esaltato natura e prodotti. “Mi sono scontrato e rispecchiato col lato umano di noi isolani e isolati che ci porta a diffidare sempre del bello che ci cade addosso, con la convinzione che dietro il bello ci sia un prezzo da pagare in termini di dignità e onore“.

5/5 (1)

Lascia una valutazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here