Home Notizie Attualità Lo chef Massimiliano Poggi e la difficile ricerca del personale da assumere

Lo chef Massimiliano Poggi e la difficile ricerca del personale da assumere

chef

A fine settembre lo chef Massimiliano Poggi ha rilasciato un’intervista al Corriere di Bologna nella quale dichiarava di non riuscire a trovare personale per uno dei suoi ristoranti situati al centro storico della città emiliana.
Per la ricerca di un cuoco e di due addetti alla sala, Poggi aveva fatto circolare molti annunci, ma era riuscito a incontrare pochissimi candidati, alcuni, tra l’altro, con un atteggiamento non molto positivo: qualcuno era arrivato in ritardo al colloquio senza scusarsi, altri hanno rifiutato perché non accettavano di lavorare la domenica, e così via.
Il racconto dello chef sembra far intuire che, sebbene molte persone sognino di lavorare nel settore della ristorazione, in realtà, non hanno ben capito i sacrifici e l’impegno che questo impiego comporta.
In ogni caso, dopo la pubblicazione dell’articolo, c’è stato un pieno sovvertimento della situazione: i profili social di Poggi e la mail sono stati presi d’assalto da aspiranti cuochi e camerieri di tutta Italia disposti a raggiungere Bologna per lavorare alla Colombina.
Ma tra i tanti commenti carichi di entusiasmo, anche molti giovani risentiti e arrabbiati per il trattamento che ristoranti e locali riservano loro con turni massacranti e, molto spesso, senza alcun tipo di contratto. Emerge quindi anche quest’aspetto del lavoro nel campo della ristorazione, dove molte persone spesso riescono ad approfittare della buona volontà soprattutto dei più giovani.
Ma non sempre è così: Poggi, infatti, si è schierato contro questo tipo di comportamenti e ha dichiarato che nei suoi locali il personale viene assunto solo con regolare contratto.
Grazie alla risonanza che la notizia ha avuto per Poggi sarà più semplice trovare i dipendenti adatti alle sue esigenze e alla sua attività e molti altri potrebbero trovare impiego anche altrove: lo chef, infatti, ha anche fatto sapere che girerà ad altri ristoranti l’elevatissimo numero di curricula ricevuti in questi giorni.

Print Friendly, PDF & Email
Ancora nessun voto.

Lascia una valutazione

Condividi su: