Home Notizie Aziende Cedral Tassoni tira le somme del 2020 e anticipa alcune novità per...

Cedral Tassoni tira le somme del 2020 e anticipa alcune novità per il 2021

In un anno difficiile come il 2020 Cedral Tassoni non si è persa d’animo registrando successi nella gdo e nelle vendite online. Per il 2021 previsto un nuovo prodotti e investimenti in marketing e comunicazione

Cedral Tassoni tira le somme del 2020 e anticipa alcune novità per il 2021

Dopo un primo trimestre euforico, contraddistinto da una forte campagna promozionale e dalla conclusione dei lavori di ampliamento e automazione dell’intero stabilimento, che hanno aumentato la capacità produttiva fino a 300mila bottiglie al giorno, Cedral Tassoni nel 2020 non si è persa d’animo dedicandosi con forza al canale GDO con ottimi risultati e inaugurando il canale e-commerce, cercando di contemperare il drammatico calo delle vendite che ha falciato tutto il beverage horeca.

Il canale GDO ha performato in maniera positiva tutto l’anno con un +4% nella vendita delle bibite sodate (contro uno -0,8% del mercato). Il canale NormalTrade, che ha risentito molto della chiusura dei punti vendita mescita, si è comunque distinto per recuperi di fatturato importanti nel periodo estivo attestandosi a un -27% contro un -36,8% registrato dal mercato.


Fanalino di coda, invece, è rimasto l’export, che ha continuato a soffrire con risultati in calo rispetto all’anno precedente, nonostante i molti ordini arrivati che non è stato possibile evadere e con il fermo degli accordi già chiusi con i Paesi Arabi, gli Stati Uniti e la Russia.

Per soddisfare le richieste del mercato, salvaguardando la produzione e i posti di lavoro, il sito produttivo, che è rimasto chiuso solo una settimana nel primo lockdown, è stato messo in totale sicurezza con dispositivi di protezione e distanziamento.

“Siamo orgogliosi della sostanziale tenuta del 2020: è stato ‘meno peggio’ di quello che ci aspettavamo e siamo riusciti a limitare i danni causati dal protrarsi delle restrizioni per il contenimento del Covid” dichiara Elio Accardo, AD di Cedral Tassoni. “La crescita più significativa delle vendite delle bibite sodate e della linea Toniche è stata registrata nel canale GDO che ha visto un aumento della richiesta di prodotti da consumare a casa. Buone anche le performance del nostro e-commerce, sviluppato in tempi record per fronteggiare la situazione nuova e difficile che ha spinto le vendite di soft drinks e spirits per il consumo “at home”, un trend che siamo certi continuerà anche una volta superata la pandemia. E ora siamo pronti a ridare slancio a tutti gli accordi, soprattutto sull’export, finora rimasti bloccati”.

Per il 2021 Cedral Tassoni punta a rafforzare la propria presenza sui mercati esteri, soprattutto in Usa, Russia e UAE, e a riposizionarsi sui volumi e valori del 2019. Risultati che saranno raggiunti grazie all’estensione della linea bibite con l’introduzione in primavera di un nuovo prodotto nella linea Fiori e Frutti BIO. Tra le altre novità è prevista anche una versione luxury del Kit Gin &Tonic e una rivisitazione del packaging dell’Estratto di Tamarindo e dei Liquori, per comunicare la lunga storia dell’azienda in chiave moderna.

Per sostenere la crescita e il lancio dei nuovi prodotti sono state pianificate attività di marketing e investimenti in comunicazione destinati ai canali tradizionali e ai social per colpire target diversi e più giovani. Visto il grande successo, nel 2021 la linea Toniche sarà oggetto di una nuova campagna di comunicazione così come il Gin Tassoni lanciato a fine anno e ispirato ad un’antica ricetta con sapori e aromi d’altri tempi.

 

Cedral Tassoni, la qualità italiana dal 1793
Due secoli di storia, la tradizione di distillare infusi idroalcolici ricavati dal cedro, il rispetto delle materie prime, una filiera controllata: questi sono gli ingredienti di una storia unica che ha fatto breccia nel cuore degli italiani lasciando un segno di garanzia e qualità fuori dal tempo.
Cedral Tassoni è la storica azienda tutta italiana che affonda le sue radici nel 1793 a Salò, sulla riva bresciana del Lago di Garda, dove ancora oggi risiedono gli uffici e lo stabilimento produttivo. Nata come Spezieria, dove venivano prodotti liquori a base di cedro, nel corso dei suoi 227 anni di storia l’azienda si evoluta fino a diventare un marchio noto ed evocativo,capace di perdurare al di là delle mode, entrato a far parte dell’immaginario collettivo e del patrimonio culturale italiano. Fiore all’occhiello dell’Azienda è la Cedrata Tassoni Soda, la cui prima produzione risale agli anni ’50; prodotta con soli aromi naturali estratti dal cedro e dagli agrumi oggi nasce dalla lavorazione dei migliori cedri – varietà Diamante – maturati al sole della Calabria acquistati direttamente dal produttore. A partire dal 2014 l’offerta delle bibite Tassoni si arricchisce con l’introduzione della Tonica Superfinecon aroma naturale di quassio, preferito al chinino, e l’aroma naturale di cedro, nel 2016 con Fior di Sambuco, nel 2017 con Mirto in Fiore, nel 2018 con Pescamara – bibite innovative e profumate che nascono dall’intuizione di “raccogliere i fiori e frutti e portarli in un bicchiere” e che nel 2019 sono diventate BIO. Nel 2019 nasce Tonica Superfine con Limoni del Garda, caratterizzata dalle note amare della china giallae dall’aroma delle scorze dei limoni del Garda e Soda Water Tassoni, creata con pochissimi ingredienti.L’azienda produce anche un’ampia linea di sciroppi e spirits. Cedral Tassoni è riconosciuta un’eccellenza a livello mondiale, come una delle poche realtà industriali che produce direttamente la maggior parte degli aromi a partire da agrumi italiani ed erboristeria, controllando in modo costante e puntuale la filiera, a garanzia di qualità dell’intero ciclo di vita del prodotto.

    Vuoi ricevere maggiori informazioni sull'argomento di questo articolo? Compila il form indicando i tuoi dati e ti metteremo in contatto con chi potrà fornirti le informazioni richieste senza alcun impegno da parte tua.

    Print Friendly, PDF & Email
    Ancora nessun voto.

    Lascia una valutazione

    Condividi su: