Home Notizie Aziende Cattel SpA presenta il primo focus dedicato alla filiera delle carni della...

Cattel SpA presenta il primo focus dedicato alla filiera delle carni della docuserie “La filiera del gusto”

Al via il primo video Cattel dedicato alla filiera delle carni, a tu per tu con Simone Fantato, category manager del settore carne.

Cattel SpA, affermata realtà che distribuisce prodotti nel canale Horeca, si è sempre distinta per il vasto portafoglio prodotti e l’attenzione al benessere delle persone e alla cultura della buona alimentazione attraverso servizi e prodotti della migliore qualità. In quest’ottica va considerato il lungo e articolato processo che vede come protagonisti gli eccellenti tagli di carne proposti dall’azienda veneta, soggetti a controlli e verifiche di filiera dal pascolo fino ad arrivare al prodotto finito e pronto. “Dal pascolo al piatto”, come spiega Simone Fantato, Category Manager carne di Cattel, nel video-testimonianza ora disponibile nei canali ufficiali dell’azienda.  

Per garantire la tradizionale tenerezza e il sapore unico delle carni distribuite da Cattel, il primo essenziale fattore è la selezione della carne stessa, e quindi della tipologia di allevamento coinvolto. “I capi lasciati liberi di pascolare e non nutriti con mangime presentano una carne più tenera, dotata di una percentuale di grasso ottimale e un colore più marcato. Una carne perfetta per la ristorazione” afferma Fantato, responsabile anche della selezione e del controllo della filiera. A questa importante scelta della tipologia di allevamento, segue l’altrettanto fondamentale fase di selezione della materia prima all’interno dello stabilimento. Qui viene controllato il peso della merce in ingresso e, soprattutto, la provenienza. Una volta collocata nell’apposita cella, la carne viene lasciata frollare affinché possa acquisire maggior sapore e tenerezza. Dopo il periodo di riposo, viene misurato il ph della carne, in base al quale essa sarà ulteriormente selezionata e così destinata ai tipi di lavorazione più consoni. Nella fase di disossamento si ottengono i vari tagli anatomici, alcuni dei quali vengono messi subito in vendita mentre altri vanno ulteriormente porzionati

Il porzionamento è un servizio a cui Cattel dedica particolare attenzione perché consente di evitare sprechi e garantire grande praticità. Esso è fondamentale soprattutto per l’innovativa tecnica di surgelamento adottata dall’azienda e identificabile come protocollo IQF (Individually Quick Frozen), un procedimento basato sul rapido raffreddamento dei singoli ingredienti di un prodotto alimentare facendoli passare a uno a uno sopra un nastro trasportatore e sottoponendoli a flussi d’aria con temperature di -40° C che li portano velocemente allo stato surgelato mantenendoli separati e porzionati. “Una soluzione che comporta notevoli vantaggi – continua Fantato, – tra cui la possibilità di consumare di volta in volta solo la quantità di prodotto necessaria (senza dover scongelare un intero blocco di carne), con un’evidente riduzione degli sprechi.

Oltre alla grande praticità, la tecnologia IQF fornisce alimenti surgelati di qualità superiore perché è in grado di conservare inalterate le proprietà organolettiche dell’alimento, che si manterrà morbido e saporito e si presterà ad una cottura uniforme. Infine, vanno considerati il vantaggio sanitario (per l’assenza delle alterazioni) e quello economico, visto che offre una shelf-life di 18 mesi, il che consente al ristoratore di acquistare il prodotto quando il prezzo è conveniente e di utilizzarlo nel tempo secondo occorrenza, sempre ad un food-cost certo. Le tipologie di tagli e preparazioni effettuate con la tecnica IQF sono varie, dagli hamburger (confezionati singolarmente e disponibili in varie grammature e diametri) alle braciole (di suino e di vitello) al roastbeef già tagliato a fettine… tutti articoli pesati al grammo e quindi garantiti sul food cost del cliente di Cattel.

Un altro aspetto distintivo Cattel? Tutto ciò che viene prodotto e commercializzato viene prima assaggiato! L’azienda, infatti, vanta un proprio Master Chef, Mauro Cadamuro, che da anni fornisce formazione e consulenza a personale e clienti, insegnando a esaltare le potenzialità di ogni ingrediente e offrendo spunti e nozioni in grado di fare la differenza nell’ottenere piatti unici. 

Le carni Cattel sono, dunque, prodotti eccellenti, dall’alto contenuto di servizio, nonché una conferma della storica capacità dell’azienda di evolvere insieme alla domanda, confermando il servizio al cliente come una delle sue priorità.

Con il docu-video di approfondimento sulla filiera delle carni prende il via il progetto “La filiera del gusto”, un percorso informativo fortemente voluto da Cattel per analizzare – attraverso la competente voce dei suoi category manager – le filiere dei settori aziendali più rappresentativi.

La prossima tappa svelerà la filiera del pesce fresco e racconterà il percorso del pescato di Chioggia che, alle prime luci del giorno, viene trasferito dalle barche dei pescatori Cattel ai laboratori specializzati di Jesolpesca per essere poi rapidamente organizzato e venduto. Presto disponibile dunque il video “Dal mare alla padella”, sempre sui canali aziendali. E poi? E poi ancora molti altri preziosissimi spunti e video-testimonianze. 

    Vuoi ricevere maggiori informazioni sull'argomento di questo articolo? Compila il form indicando i tuoi dati e ti metteremo in contatto con chi potrà fornirti le informazioni richieste senza alcun impegno da parte tua.

    Print Friendly, PDF & Email
    Ancora nessun voto.

    Lascia una valutazione

    Condividi su: