Home Bar Cocktails Carlo Simbula, Bar Manager di Bioesserì Porta Nuova, presenta l’aperitivo biologico

Carlo Simbula, Bar Manager di Bioesserì Porta Nuova, presenta l’aperitivo biologico

Carlo Simbula, bar manager di Bioesserì Porta Nuova, firma una nuova drink list con una sola protagonista: la pizza che accompagna i cocktail.

Bioesserì Porta Nuova riparte e lo fa con una carta drink tutta nuova firmata da Carlo Simbula, scelto da Vittorio Borgia a capo del gruppo Bioesserì, per guidare il cocktail bar.

L’aperitivo torna a essere protagonista di questo nuovo inizio, un appuntamento per dare il benvenuto alla bella stagione e per riscoprire il piacere dello stare di nuovo assieme.

Un rito molto amato, degna conclusione di una giornata lavorativa, da trascorrere in tutta sicurezza.

I cocktail ideati da Simbula si distinguono tutti per un tratto comune: la semplicità. La sua filosofia è “less is more”, questo si traduce nell’uso di pochi ingredienti per portare ognuno alla loro massima espressione, senza esagerare con aromi e sapori. Spazio alla creatività del giovane bar manager che punta su cocktail immediati nella struttura, freschi, colorati, belli da vedere e ottimi da sorseggiare. Il risultato è una drink list contemporanea, essenziale, molto attenta alla valorizzazione e al racconto dei singoli prodotti.

Carlo Simbula

Carlo sa interpretare al meglio la nostra filosofia bio che apre un panorama tutto da scoprire. Anche nella mixology la materia prima è un elemento imprescindibile per sorseggiare cocktail che restano nella memoria e che si rivolgono a un pubblico sempre più attento al benessere oltre che al gusto. Abbiamo per questo coinvolto i migliori produttori bio per offrire una proposta intrigante, che racconta di una miscelazione giocosa e in linea con la tendenza alla leggerezza anche nei cocktail”. afferma Vittorio Borgia.

I drink proposti sono rigorosamente biologici, 15 in totale ispirati alla primavera e all’estate. Cocktail freschi, beverini, serviti su ghiaccio. 10 signature drink tra cui, il Tropical Sour a base di Vodka Stolichnaya, esotico e agrumato, per chi preferisce sapori più speziati l’Asian Gimlet, secco erbaceo e agrumato, la Bio Colada, fruttato a base rum con cocco, ananas, il Caribbean Sour esotico e frizzante. Non manca una proposta analcolica, Zero, realizzato con le botaniche base del gin, un distillato nuovo, spiritoso e aromatico. Tra i classici, rivisitati in chiave contemporanea, il Gin Fizz, il Cosmopolitan, il Negroni o il Bitter Shakerato.

Caribbean Sour
Bio Colada

Freschezza, semplicità e varietà, giochi di consistenze e colori per un’offerta immediata, facile e capace di incontrare i gusti e i palati del pubblico più ampio sempre tutto in ottica sostenibile.

Sostenibilità che significa anche utilizzare ingredienti di recupero, all’insegna della lotta allo spreco senza rinunciare ai sapori e alla creatività, con un’attenzione anche al plastic free, sostituendo le cannucce di plastica con la loro versione biodegradabile in amido di mais.

Zero

Importante novità dell’aperitivo di Bioesserì è l’abbinamento a quattro pizze pensate ad hoc dall’Executive Chef Federico Della Vecchia: la Pendolo una margherita a base di pomodorini del piennolo e provola di agerola. Un perfetto connubio di sapori dove i sentori di affumicato ben si sposano con le inflessioni dolci e minerali del pomodoro; la Enna una pizza bianca con aggiunta di piacentinu di Enna il tutto impreziosito da una granella di pistacchi freschi in uscita; la Bianca una bizza bianca con mozzarella di agerola e gorgonzola che viene finita in uscita con una insalatina di scarola riccia e alici che donno un tocco rinfrescante e di carattere al tutto; lo sfincione classico una pizza immancabile del menù per le sue origini, un mix di ingredienti di spessore e intensità che creano un risultato potente e godurioso.

Un range di sapori che si sposano perfettamente ai drink per continuare a regalare al cliente un’esperienza di gusto nel segno dell’eccellenza delle materie prime.

Cagliaritano, classe 1984, Simbula ha iniziato a farsi le ossa in tre, tra i migliori locali del capoluogo sardo. Nel 2012 si trasferisce a Milano dove comincia al Tapa, ristorante cocktalerie spagnolo per poi passare al The Doping Club, a fianco di Massimo Stronati e Stefano Agostino. Dopo una parentesi sui navigli, al Pinch Spirits&Kitchen e al Morgante, nel 2017 intraprende il progetto The Spirit, uno tra i piu bei cocktail bar del panorama milanese. Nel 2021 decide di unirsi al gruppo Bioesserì.

Negroni
Bioesserì nasce da un’idea di Vittorio e Saverio Borgia, due fratelli siciliani, che dopo la laurea in Economia alla Bocconi per il maggiore Vittorio e in Ingegneria Meccanica al Politecnico per Saverio, decidono di investire il loro talento nell’idea di una ristorazione buona, sana e golosa. Nel 2012 nasce il primo Bioesserì a Milano e due anni dopo replicano a Palermo. A settembre 2019 inaugurano il terzo locale nell’avveniristico quartiere Porta Nuova a Milano. Bioesserì è un luogo, dove al centro di ogni cosa c’è la sostenibilità ambientale, il rispetto e la ricerca della migliore materia prima rigorosamente biologica. Materie prime che provengono da produttori di fiducia selezionati in Italia (soprattutto in Sicilia) ma anche all’estero che praticano un’agricoltura naturale che non utilizza pesticidi e tutela la biodiversità. Una cucina di territorio che esalta i sapori veri della terra, del mare e della montagna con ricette semplici, eleganti e raffinate per il bistrot con pizzeria che va al cuore di chi sa apprezzare le cose fatte bene. Bioesserì è un mondo bio che accompagna ogni momento della giornata, dalla pasticceria della prima colazione, al pranzo, all’aperitivo fino alla cena.

    Vuoi ricevere maggiori informazioni sull'argomento di questo articolo? Compila il form indicando i tuoi dati e ti metteremo in contatto con chi potrà fornirti le informazioni richieste senza alcun impegno da parte tua.

    Print Friendly, PDF & Email
    Ancora nessun voto.

    Lascia una valutazione

    Condividi su: