Home Aziende Camst: Francesco Malaguti è il nuovo presidente
Traduci l'articolo nella tua lingua ArabicChinese (Simplified)EnglishFrenchGermanHindiItalianJapanesePolishPortugueseRomanianRussianSpanish

Camst: Francesco Malaguti è il nuovo presidente

0
Camst - Francesco Malaguti

Francesco Malaguti sarà il prossimo presidente di Camst, azienda leader della ristorazione, cooperativa nata nel 1945 a Bologna che, ogni giorno, porta la qualità della cucina di casa nelle scuole, nelle aziende, negli ospedali, nelle fiere, nei centri commerciali in Italia. Il gruppo che nel 2017 ha ampliato i propri servizi, includendo anche le attività di facility per offire ai propri clienti un servizio completo, ha un fatturato aggregato di 750 milioni di euro, 15 mila dipendenti e serve 130 milioni di pasti. Fuori dall’Italia è presente anche in Spagna, Danimarca e Germania.

Malaguti, quarantasette anni, è l’attuale direttore acquisti dell’azienda di ristorazione e subentrerà all’attuale presidente Antonella Pasquariello da gennaio 2019.

Ringrazio la presidente Pasquariello per l’importante lavoro svolto in questi anni – ha dichiarato Malaguti in occasione della celebrazione del Premio Camst –. È per me un onore ricoprire un ruolo di grande responsabilità e impegno per le sfide che abbiamo davanti. Innovare il mercato e creare valore diffuso in un’ottica di sviluppo sostenibile sono obiettivi ambiziosi che un grande Gruppo come Camst perseguirà con determinazione nei prossimi anni”.

Il gruppo Camst punta a 1 miliardo di euro di ricavi nel 2021, con un incremento di fatturato pari a 250 milioni di euro rispetto ai 750 milioni di euro di ricavi del 2017. Nel piano strategico 2019-2021 tre le direttrici di mercato dell’azienda: ristorazione, facility management e internazionalizzazione. Tre anni e una crescita dei ricavi pari rispettivamente a +140 milioni di euro per la ristorazione, +50 milioni di euro per facility e +50 per lo sviluppo in Europa. Previsti anche +10 milioni di euro di fatturato da nuovi progetti innovativi (food start-up). Nel 2021 il rapporto Italia/estero atteso sarà di 80/20 con 800 milioni di fatturato per Camst Italia e 200 milioni di fatturato per Camst International, realtà oggi presente in Spagna, Germania e Danimarca.

Ancora nessun voto.

Lascia una valutazione

Suggerisci una correzione all’articolo

[recaptcha]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here