Home Notizie Aziende Cambiano le regole dei Buoni Pasto e QSAVE offre la soluzione: BP360

Cambiano le regole dei Buoni Pasto e QSAVE offre la soluzione: BP360

Da gennaio 2019, con l’ingresso della fatturazione elettronica, alcuni emettitori hanno deciso di non accettare più le spedizioni di Buoni Pasto.
In un mercato che registra 150.000 esercizi convenzionati, coloro che non si sono ancora organizzati dovranno obbligatoriamente dotarsi di un POS per la dematerializzazione, uno per ogni emettitore.

QSAVE ha sviluppato una soluzione immediata e unica, in grado di risolvere il problema della dematerializzazione: l’attivazione del servizio BP360 per la dematerializzazione da web e un POS unico per tutti i Buoni Pasto cartacei ed elettronici.

Il sistema BP360 permette, assolvendo agli obblighi di legge in materia, di:

  • accettare qualsiasi buono pasto, in formato cartaceo o elettronico, come forma di pagamento in cassa;
  • verificare all’istante del passaggio la validità del buono e quindi autorizzare la transazione in cassa. La transazione viene verificata dal server degli emettitori;
  • monitorare attraverso il servizio web la quantità di buoni incassati per punto vendita, emettitore, tipologia, data e ora, operatore, cassa. Ciò permette di ottimizzare il processo di emissione della fattura all’emettitore, senza più controllo e conta manuale da parte del personale, inoltre, semplifica le operazioni di scorporo dei buoni pasto in contabilità.

Ad oggi, la soluzione BP360 di QSAVE è l’unica del mercato che può vantare un unico POS per tutti i BP Cartacei ed Elettronici: Edenred, Day, Sodexo, Pellegrini, Repas, EP (GM LUNCH) e CIR FOOD (BLU TICKET).

QSAVE è un’azienda ICT che realizza soluzioni in grado di trasformare il denaro contante, carta di credito, buoni pasto in un servizio e vantaggio per il cliente, che sia esso gestore o consumatore finale. QSAVE si concentra su quattro mercati chiave: buoni pasto, ristorazione collettiva, vending e loyaly&cashless, dove le sue soluzioni tecnologiche si integrano e si completano a vicenda.
QSAVE nasce nel 1999 con l’obiettivo di informatizzare il mondo della ristorazione collettiva. Pioniera del buono pasto elettronico che immette subito sul mercato nello stesso anno di fondazione, acquisisce tra i primi clienti il Comune di Torino. Nel 2001 acquista il ramo Italia della Panini spa, leader nelle payment solutions, con la quale rafforza la sua presenza nel settore bancario con l’offerta di macchine perl a gestione documentale. Nel 2008 acquisisce Elkey, consolidata realtà nel mondo del vending, una delle prime aziende italiane che ha ingegnerizzato un proprio sistema di pagamento contactless. Da questa fusione nascono le soluzioni innovative che fanno sì che QSAVE sia oggi l’unica azienda del mercato in grado di accettare tutte le forme di pagamento compreso il buono pasto nel mondo del vending. Nel marzo 2016 acquisisce il ramo ICT di Subalpina Vending, azienda di riferimento per la fornitura della DA con lettori di banconote, gettoniere e sistemi di carico, diventando così sempre più specializzata in sistemi di pagamento a 360°, dai contanti alle carte di credito, senza trascurare corrispettivi e telemetria. Con l’ultima acquisizione QSAVE completa la possibilità di accettare ogni forma di pagamento e “salvarne il valore” in un qualsiasi altro supporto materiale o immateriale, per spenderlo ovunque.
Ad oggi, QSAVE Technology gestisce oltre 3 milioni di transazioni al mese in tutta Italia, ed è convenzionata con i maggiori players della ristorazione collettiva a livello nazionale e internazionale.

Print Friendly, PDF & Email
Ancora nessun voto.

Lascia una valutazione

Condividi su: