Home Prodotti Caffè Caffè verde: un modo di gustare il caffè, prendendosi cura della salute

Caffè verde: un modo di gustare il caffè, prendendosi cura della salute

caffè verde

Il caffè verde è una miscela di caffè tra cui in particolare Arabica e Robusta cruda ed essiccata naturalmente senza passare da processi di lavorazione. Il colore di tale miscela è dato dal colore verde del chicco crudo.

Molti esperti del settore medico ritengono il caffè verde ricco di proprietà benefiche. Il caffè verde conserva delle qualità non presenti nel caffè tostato, prima fra tutte il pH, ossia il grado di acidità e basicità del prodotto: il pH neutro ha un punteggio equivalente a 7, il caffè verde ha un pH equivalente a 5, mentre il caffè tostato ha un pH di circa 3,5. In questo modo si può osservare come gli effetti del caffè verde sulla mucosa gastrica siano molto meno dannosi rispetto a quelli del caffè tostato.

Rispetto al caffè tradizionalmente diffuso, altra variante riguarda il contenuto di polifenoli, composti organici di origine vegetali con un’importante azione antiossidante, fra i loro vantaggi vi è l’eliminazione dei radicali liberi, noti per l’azione di invecchiamento cellulare, sono anche efficaci nella prevenzione di malattie cardiovascolari e di forme tumorali.

Il caffè verde possiede una minore quantità di caffeina rispetto al caffè tostato ed è poi presente in una forma differente, ossia legata all’acido clorogenico, che permette una permanenza molto più lunga nel flusso ematico, dovuta ad un assorbimento più lento da parte delle mucose e un effetto più duraturo nel tempo.

L’assunzione di caffè verde migliora il metabolismo dei grassi per la presenza delle metil-xantine, permette alle cellule contenenti i lipidi, gli adipociti, di liberarsi dagli acidi grassi. Per avere un effetto importante è necessario correlare l’assunzione di caffè verde all’attività fisica aerobica, anche leggera. I grassi liberati grazie alle molecole dovranno essere metabolizzati dall’organismo, altrimenti ritorneranno negli adipociti, annullando l’azione dimagrante del caffè verde.

Oltre a un’azione contro i grassi, questo caffè è in grado di favorire un minor assorbimento di zuccheri, inoltre inibisce in parte la trasformazione del glicogeno in glucosio.

La sua azione antinfiammatoria è molto presente e aiuta a ridurre la percentuale di insorgenza di diverse patologie, tra cui alcune forme tumorali. Ma ha anche un’azione benefica sui tessuti connettivi, cosicché aiuta a rinforzare cute e capelli.

Quanto alla preparazione del caffè verde, dopo averlo pestato con un mortaio va aggiunta dell’acqua a 80 gradi, successivamente va lasciato tutto in infusione. Poi la bevanda va filtrata e fatta raffreddare, consumandola prima dei pasti.
Per un acquisto responsabile, è importante conoscere la provenienza. Le indicazioni valutano migliori le miscele che si aggirano in percentuali di 45% di principio attivo e 2% di caffeina. Il caffè verde non presenta effetti collaterali importanti, tuttavia è necessario sapere che bisogna prestare attenzione ai principi attivi e agli eccipienti presenti nelle bevande a base di caffè verde, per evitare che questi siano poco tollerati dal vostro organismo. In realtà, gli unici effetti negativi che potrebbero presentarsi sono legati a un abuso della bevanda, con le medesime conseguenze dell’abuso di caffè tostato: irrequietezza, agitazione, nausea, aumento della frequenza cardiaca.

Print Friendly, PDF & Email
Ancora nessun voto.

Lascia una valutazione

Condividi su: