Home Alcolici Bottega: un nuovo “Prosecco Bar” sulla nave Cinderella

Bottega: un nuovo “Prosecco Bar” sulla nave Cinderella

0
Bottega - Prosecco Bar

Bottega vanta una tradizione di quattro secoli di esperienza nel mondo dei vini e della grappa: ad oggi, i vini e i liquori Bottega hanno ottenuto 280 premi e riconoscimenti, con una presenza in 132 paesi nel mondo.
Da questa azienda, che affonda le sue radici a Treviso, nasce un concept innovativo per valorizzare e condividere il buon vino, il cibo genuino e lo stile di vita conviviale italiani: si tratta del Prosecco Bar, un ambiente accogliente ma al contempo elegante, in cui gli ospiti possano degustare i tipici sapori italiani. Un calice di prosecco o di vino Bottega, abbinato a stuzzichini, i tipici “cicheti” veneziani, e piatti semplici, realizzati solo con ingredienti genuini della cucina mediterranea.
Il primo Prosecco Bar di Bottega è stato inaugurato il 25 gennaio 2014 in Scandinavia, su una nave del gruppo Viking, e oggi questo concept, che porta con sé il calore, l’eleganza e lo stile italiani, oltre che la cultura enogastronomica che ci contraddistingue, trova una nuova casa. Il nuovo “Prosecco Bar” vanta una terrazza panoramica all’esterno della nave Cinderella del gruppo Viking.
Sommelier, chef, architetti e designer collaborano per dare forma all’idea, portando l’idea di Bottega in contesti come resort, aeroporti, shopping center e stazioni.
Tantissime sono le aperture nei cinque continenti negli ultimi quattro anni, mentre per l’Italia il concept varia leggermente la propria realtà in funzione della partnership con il Gruppo Cremonini: i Prosecco Bar italiani nascono dalla collaborazione fra Bottega e Chef Express, società che gestisce tutte le attività di ristorazione del Gruppo Cremonini, attiva nei segmenti della ristorazione in concessione (fra cui aeroporti, autostrade, stazioni ferroviarie, ristorazione a bordo treno) e commerciale. Così, ad esempio, un corner Prosecco Bar Bottega è presente all’interno della stazione di Belluno e già prima nell’aeroporto di Malpensa.
Il ‘capostipite’ dei Bottega, Andrea, già nel 1635 coltivava la vite in uno dei luoghi più belli del mondo, i colli sopra il Molinetto della Croda di Refrontolo. I Bottega erano fittavoli dei Conti di Collalto, da cui poi riuscirono ad affrancarsi diventando piccoli coltivatori diretti”.
È così che ha avuto inizio una storia che ha portato il concetto di italianità, condensato da Bottega nei suoi vini, spumanti e liquori, in tutto il mondo.

Ancora nessun voto.

Lascia una valutazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here