Home Lavoro Boom di offerte di lavoro stagionale nel turismo
Traduci l'articolo nella tua lingua ArabicChinese (Simplified)EnglishFrenchGermanHindiItalianJapanesePolishPortugueseRomanianRussianSpanish

Boom di offerte di lavoro stagionale nel turismo

0
lavoro stagionale turismo

Al via la ricerca di staff stagionale legato al mondo del turismo e le offerte di lavoro si moltiplicano.

Secondo i dati della piattaforma InfoJobs, anche per il 2019 a trainare la domanda stagionale sono le strutture ricettive, i ristoranti e, in generale, tutte le attività che hanno a che fare con l’ambito turistico.

Già nei primi quattro mesi dell’anno sono state pubblicate ben 9.388 offerte, il 14,7% in più dello stesso periodo del 2018. Di queste, una quota consistente, circa il 30%, è stata pubblicata ad aprile, per un +23% sull’aprile 2018.

Le regioni con maggiore richiesta di personale stagionale

La maggior parte delle richieste si concentra in tre regioni. Domina la Lombardia (38,7%) che grazie ai laghi, alle località montane ma anche alla sempre più attrattiva città di Milano, raccoglie molti lavoratori del turismo; poi Emila Romagna (14%) e Veneto (10%), famose per le loro riviere. Al quarto posto si posiziona il Lazio (8,8%), mentre chiude la top 5 il Piemonte con il 7,5%.

Le figure più ricercate

Le figure professionali più ricercate che vanno ad occupare i primi tre gradini del podio continuano ad essere i camerieri, cuochi e personale di cucina. Tre figure chiave e un classico della ristorazione stessa.

A seguire ritroviamo i baristi e dirigenti nel servizio alberghiero. Ed ancora, altre figure professionali ricercate sono quelle di: chef, gli addetti al banco del servizio ristorazione, receptionist, dirigenti della ristorazione e tutti gli addetti alle pulizie in strutture alberghiere.

I requisiti richiesti

La maggior parte delle offerte di lavoro si rivolge alla ricerca di queste figure professionali, alle quali si richiede come requisito fondamentale quello di avere buone doti relazionali. Altra dote altamente richiesta è, prevedibilmente, la conoscenza delle lingue straniere, soprattutto dell’inglese e preferibilmente anche di altre lingue come lo spagnolo ed il tedesco. Richiesta anche la conoscenza delle normative vigenti in riferimento al lavoro nelle cucine e buona capacità di gestione ed organizzazione del personale stesso.

Vuoi ricevere maggiori informazioni sull'argomento di questo articolo? Compila il form indicando i tuoi dati e ti metteremo in contatto con chi potrà fornirti le informazioni richieste senza alcun impegno da parte tua.
5/5 (4)

Lascia una valutazione

Suggerisci una correzione all’articolo

[recaptcha]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here