Home Aziende BMFOOD ITALIA ha donato Beyond Burger per supportare gli operatori sanitari torinesi

BMFOOD ITALIA ha donato Beyond Burger per supportare gli operatori sanitari torinesi

0
BMFOOD ITALIA ha donato Beyond Burger per supportare gli operatori sanitari torinesi

La piattaforma distributiva BMFOOD ITALIA ha partecipato alla campagna internazionale Million Dollar Vegan donando Beyond Burger nell’ambito dell’iniziativa che a maggio 2020 ha coinvolto l’Italia e, più precisamente il Piemonte, con l’offerta di lunch boxes, preparati dallo chef Luca Andrè del Soul Kitchen, alle unità impegnate nell’arginare e monitorare la pandemia di COVID 19 dell’Asl Città di Torino e agli operatori dello PSAR Rianimazione dell’Ospedale Molinette.

L’evento è durato dal 21 al 29 maggio, e giovedì 28, in occasione dell’Hamburger Day 2020, il panino vegano è stato protagonista. Beyond Burger, rispetto alla lavorazione della carne animale equivalente, garantisce un risparmio in termini ambientali del 93% di terra utilizzata e dell 99% di acqua, con un abbattimento delle emissioni di gas serra del 90% e un risparmio di energia del 50%. Non solo: è totalmente privo di colesterolo, nitrati e antibiotici.

La risposta degli operatori sanitari – racconta chef Luca Andrèè stata molto bella. Anche quanti all’inizio erano scettici all’idea di pasti vegetali poi erano impazienti di ricevere i nostri lunch boxes. Al di là del messaggio potente di questa campagna, c’è stata anche la straordinaria opportunità di andare oltre ai preconcetti e di far provare cibo etico ed ecosostenibile. Li abbiamo invitati a uscire dalla loro zona di comfort… e direi che è stato un successo“.

Abbiamo di fronte a noi – commenta Steph Rivetti, Campaign Manager Italia di Million Dollar Vegan un’opportunità unica. Il COVID 19 non è la prima zoonosi a portare dolore e tragedia nel nostro quotidiano, ma potrebbe essere quella che ci fa aprire gli occhi, perché è il nostro rapporto malato e sbagliato con gli animali ad aver provocato tutto questo.

Togliere gli animali dalla nostra alimentazione ci consentirebbe di ridurre in modo considerevole il rischio di future pandemie e contestualmente ci aiuterebbe nel contrastare i cambiamenti climatici, l’inquinamento di suolo, acqua e aria, la deforestazione, la perdita di biodiversità. Senza contare la sofferenza inflitta a miliardi di creature senzienti. Per noi è stato molto importante riuscire a portare il nostro messaggio agli operatori che si sono trovati in prima linea in questa emergenza“.

Print Friendly, PDF & Email
Ancora nessun voto.

Lascia una valutazione

Condividi su:

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here