Home Alcolici Bitter Bottega: tradizione e qualità per cocktail d’autore

Bitter Bottega: tradizione e qualità per cocktail d’autore

0
Bitter Bottega: tradizione e qualità per cocktail d'autore

Bottega, storico produttore di vini e liquori, lancia per l’estate un nuovo bitter artigianale; un prodotto premium che sicuramente accontenterà anche i palati più esigenti.

Bitter Bottega è l’ultimo frutto della collaborazione tra Sandro Bottega e Lamberto Vallarino Gancia– dell’omonima famiglia piemontese che già a fine 800 aveva ideato ricette per vermouth e bitter – iniziata nel 2017 per il progetto Vermouth Bottega, una gamma di vermouth premium prodotti con i vini tipici della Doc Venezia.

Questo nuovo bitter artigianale è caratterizzato da una particolare carica aromatica. Ha origine da una soluzione di acqua ed alcol buongusto cui viene aggiunta un’infusione di erbe amaricanti, spezie, piante aromatiche e frutta. La nota di freschezza che lo caratterizza è data dagli infusi di chinotto, di bucce di pompelmo e di cedro, mentre l’estratto di melograno contribuisce ulteriormente a donargli un tratto distintivo unico.

Nel periodo estivo, Bitter Bottega risulta particolarmente gradevole e refrigerante se servito allungato con soda o acqua tonica e arricchito da uno spicchio di arancia, sebbene trovi la sua massima espressione come ingrediente per cocktail e long drink, come ad esempio i classici Americano e Negroni. Ottimo anche se miscelato con succhi di frutta, in particolare arancia o pompelmo.

Il bitter artigianale Bottega richiama l’antica tradizione dell’aperitivo italiano ma l’arricchisce e rende contemporanea, rendendo un prodotto tradizionale un ingrediente premium per la mixology.

Vuoi ricevere maggiori informazioni sull'argomento di questo articolo? Compila il form indicando i tuoi dati e ti metteremo in contatto con chi potrà fornirti le informazioni richieste senza alcun impegno da parte tua.
Print Friendly, PDF & Email
Ancora nessun voto.

Lascia una valutazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here