Home Food Delivery Beeathy: l’healthy food a domicilio diventa personalizzabile
Traduci l'articolo nella tua lingua ArabicChinese (Simplified)EnglishFrenchGermanHindiItalianJapanesePolishPortugueseRomanianRussianSpanish

Beeathy: l’healthy food a domicilio diventa personalizzabile

0
beeathy

La salute è una questione molto soggettiva e per prendersene cura si deve cominciare dall’alimentazione: scaturisce da questi semplici e condivisi principi l’idea fondante di Beeathy, startup di healthy food delivery che si prende cura dei propri clienti ad uno ad uno, fornendo a domicilio a ciascuno piatti realizzati con materie prime di alta qualità e personalizzati in base alle specifiche esigenze di benessere, sulla base della consulenza di un nutrizionista.

Presente e utilizzato già da molti anni all’estero, l’healthy food delivery, ovvero il servizio di consegna a domicilio di pasti bilanciati e salutari, approda anche in Italia e per la prima volta grazie a Beeathy è altamente personalizzato: l’intuizione è di Stefano Bertoli, pordenonese di 33 anni, che ha portato in Italia l’esperienza acquisita in quasi dieci anni trascorsi all’estero, adeguandola al mercato nazionale, fondando a metà del 2018 Beeathy.

Ciò che differenzia e rende unico Beeathy nel panorama italiano è l’elevata possibilità di personalizzazione dei menù. Il primo step è la compilazione del test nutrizionale e la verifica della propria condizione fisica nel sito, in base ai quali la piattaforma ti mostrerà solo i piatti conformi a fabbisogno, obiettivi e gusti, adeguati nelle quantità. Qualora vi fossero esigenze specifiche o patologie riconosciute, è possibile prenotare un consulto con il nutrizionista che affianca la startup sin dalla sua nascita. Il servizio clienti è inoltre sempre attivo, anche fuori orario d’ufficio e durante il weekend. La personalizzazione non finisce con la scelta dei piatti: si può decidere dove farsi consegnare i pasti, optando per casa propria, per l’ufficio (risolvendo così il problema dei pasti veloci ma bilanciati in pausa pranzo) o per un punto di ritiro.

Nel 2010 – racconta Stefano Bertoli – sono partito per un’esperienza di lavoro a Londra. Qui la maggiore difficoltà quotidiana per me è stata quella di riuscire a mangiare qualcosa di salutare, veloce e non troppo costoso durante la breve pausa pranzo e alla sera, quando rientravo a casa. L’alimentazione sregolata in tre anni mi ha portato ad aumentare di dieci chili”.

Se la permanenza a Londra aveva evidenziato un problema, l’Australia suggerisce a Stefano la soluzione. “Mi sono trasferito a Sydney nel 2013 e presto ho notato che molti colleghi e amici risolvevano la questione “pausa pranzo” ricorrendo a soluzioni su misura come Lite&Easy, un servizio di consegna a domicilio di pasti sani ed equilibrati nato addirittura nel 1986. Grazie a questa attenzione sono riuscito a dimagrire e a mantenere il mio peso forma”.

Nel 2017 inizia a studiare e costruire il suo progetto, ricalibrandolo sulle specificità del mercato italiano, e a metà del 2018 Beeathy diventa realtà nella sua città di origine, Maniago (Pordenone).

Si tratta di una scommessa – spiega – perché la nostra tradizione culinaria è ricchissima e le nostre aspettative a tavola sono alte: per questo ho puntato molto sulla personalizzazione delle proposte con quantità bilanciate per uomo e donna, programmi alimentari mirati a raggiungere vari obiettivi (la perdita di peso, un programma detox, il mantenimento oppure un semplice approvvigionamento di pasti di qualità seguendo e rispettando i macro elementi caratteristici di 5 regimi alimentari differenti). A questo si aggiunge la possibilità di seguire un programma alimentare assistito con un nutrizionista che analizza e monitora i risultati . La nostra offerta prevede una scelta molto ampia di piatti (60 a listino, 150 in tutto con una rotazione mensile) alcuni dei quali ispirati proprio a territori e tipicità del nostro paese e tutti preparati con ingredienti di alta qualità. Senza dimenticare di offrire una vasta e gustosa gamma di proposte anche a chi segue regimi come quello vegetariano e quello vegano”.

5/5 (1)

Lascia una valutazione

Suggerisci una correzione all’articolo

[recaptcha]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here