Home Host 2019 Bazzara: presentato a Host 2019 il nuovo progetto editoriale
Traduci l'articolo nella tua lingua ArabicChinese (Simplified)EnglishFrenchGermanHindiItalianJapanesePolishPortugueseRomanianRussianSpanish

Bazzara: presentato a Host 2019 il nuovo progetto editoriale

0
bazzara

Sono stati giorni intensissimi quelli che hanno visto impegnato lo staff della Bazzara Espresso ad Host Milano.
Lo stand, che come di consueto era caratterizzato da linee eleganti, una grande luminosità ed una puntigliosa attenzione ai dettagli, è stato preso d’assalto ininterrottamente da giornalisti, operatori di settore e coffee lovers provenienti da ogni parte del mondo – dalla Spagna fino all’Uzbekistan, ma in particolar modo dala Cina e dai Paesi Arabi.

A tutti loro è stata servita la miscela Dodicigrancru, che da anni rappresenta uno standard qualitativo talmente elevato da indurre numerosi produttori di macchine da caffè presenti alla rassegna ad offrirlo ai propri visitatori.
Grande successo è stato riscontrato dal progetto-libro Trieste Coffee Experts, ovvero il libro che racchiuderà in un unico fascicolo tutto il meglio delle centinaia di videointerviste realizzate durante i summit Trieste Coffee Experts.
Importatori di caffè verde, produttori di macchine di caffè, macinadosatori e sistemi di filtraggio dell’acqua, fino ad arrivare ad altre torrefazioni; ad essersi impegnati a supportare questo nuovo progetto editoriale della Bazzara sono moltissimi sponsor storici ma anche aziende che, grazie al clamore mediatico suscitato dal Trieste Coffee Experts dello scorso settembre, per la prima volta hanno deciso di avvicinarsi a progetti di questo tipo.
Un libro che proporrà il racconto del mondo caffeicolo a tutto tondo e che, grazie ad una pratica organizzazione dei contenuti, risulterà un compendio in grado di rispondere a tutte le domande che ogni persona impegnata nell’universo caffè si pone quotidianamente per poter migliorare nel proprio lavoro.

“Host Milano si è confermata una manifestazione di altissimo profilo – afferma il presidente Franco Bazzara -, un’opportunità che, in virtù delle centinaia di giornalisti e delle migliaia di buyer internazionali, dovevamo cogliere presentandoci al meglio. Ci siamo riusciti e credo che fra i colossi mondiali e le grandi industrie di caffè, anche noi che uniamo la qualità artigianale ad un’immagine moderna e all’efficenza nel servizio tipica delle realtà industriali, siamo riusciti ad attirare la loro attenzione. Per questo voglio ringraziare Carmen Stanziola che ha ricoperto un ruolo prezioso affinché ciò potesse accadere e assieme alla quale abbiamo già posto le basi per la nostra partecipazione all’edizione del 2021”.

Tutti, difatti, presso lo stand Bazzara hanno trovato risposta alle curiosità più disparate: la presenza di rappresentanti della Bazzara Academy, unita a quelli della forza vendita, ha permesso di soddisfare ogni tipo di richiesta.
Entrati nell’universo Bazzara, si veniva accompagnati con sorrisi e competenza in un viaggio alla scoperta tanto delle miscele prodotte dalla torrefazione triestina quanto dei segreti che si nascondono in ogni passaggio della filiera caffeicola.
La kermesse milanese è stata anche il palcoscenico che ha registrato il debutto sul mercato del nuovo barattolo da 250 g di caffè macinato della miscela Dodicigrancru: il fiore all’occhiello della Bazzara, il cui straordinario equilibrio fra dodici delle origini arabica più pregiate al mondo ora così è proposto praticamente in tutti i formati richiesti dagli amanti del caffè gourmet.

Vuoi ricevere maggiori informazioni sull'argomento di questo articolo? Compila il form indicando i tuoi dati e ti metteremo in contatto con chi potrà fornirti le informazioni richieste senza alcun impegno da parte tua.
Ancora nessun voto.

Lascia una valutazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here