Home Birre Ballarak: il microbirrificio di Ballarò che nasce nella ex tipografia

Ballarak: il microbirrificio di Ballarò che nasce nella ex tipografia

0
Ballarak

Dalla cura delle arti tipografiche a quella del luppolo e del malto, dove regnava l’odore della carta ora ci sono i sapori della birra. È la trasformazione della ex tipografia Renna a Palermo, nel quartiere di Ballarò, nel microbirrificio Ballarak, da tre anni frutto della passione di tre giovani siciliani. L’attività imprenditoriale ha preso vita con il brewpub, un birrificio-birreria nel cuore di una delle zone più antiche e tradizionali di Palermo.

Da luglio dell’anno scorso la seconda apertura con “Ballarak Magione“, il secondo locale che si fregia di essere l’unico in Sicilia con 30 birre alla spina.

I due brewpub vendono 3-4 mila litri di birra al mese, realizzano solo produzione artigianale e danno lavoro a 8 dipendenti, oltre ai tre soci fondatori: Eugenio Ricca, 33 anni di Modica, studi universitari in Medicina e Ingegneria non conclusi, Michele Catalano 33 anni, laurea in Scienze della comunicazione, Alessio Cutro, che si deve laureare in Architettura, 32 anni.

Ispiratore dell’avventura con il microbirrificio è stato Eugenio Ricca che con 3.500 euro di investimento ha realizzato un impianto per la produzione di birra da 60 litri.

Poi in giro per concorsi ha incontrato gli altri due compagni di avventura con i quali è cominciato il progetto Ballarak.

Il brewpub è stato realizzato anche grazie a una banca che, credendo nel progetto, ha erogato un prestito ai tre giovani siciliani. Un scommessa che è stata vinta a Ballarò nel cuore della vecchia Palermo, dove i tre ragazzi raccontano di essersi perfettamente integrati.

Oggi Ballarak produce 13 birre, con aromi e gusti differenti, per veri intenditori ma anche per i curiosi della bevanda che possono avvicinarsi alla cultura della produzione con l’Accademia della birra che hanno fondato i tre soci, un luogo in cui si condivide la passione e si dà spazio alle idee. Seguito il filone belga, che si distingue per la preminenza di malto e lievito, quello statunitense con la forza del luppolo e quello tedesco, dove c’è equilibrio tra luppolo, malto e lievito. Birre che vanno dai 3 euro e 50 ai 4 euro per il bicchiere da 33 ml.

5/5 (1)

Lascia una valutazione

Suggerisci una correzione all’articolo

[recaptcha]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here