Home Business Mercato Aumenta l’export di pomodoro italiano verso gli Stati Uniti

Aumenta l’export di pomodoro italiano verso gli Stati Uniti

pomodoro

Volano le esportazioni del pomodoro made in Italy negli Usa. A rilevarlo è Anicav nell’ambito del progetto di promozione del pomodoro finanziato dall’Unione europea (Reg. 1144/2014) per il quale l’export dell’oro rosso è aumentato del 5,4% in volume e del 3,1% in valore.

Il mercato americano si conferma il principale sbocco per l’export delle aziende del comparto con il 6% del totale delle esportazioni dirette oltreoceano. L’Anicav è stata presente in questi giorni negli Stati Uniti con attività di promozione a New York, al Summer Fancy Food per una serie di cooking session e a Chicago con iniziative in alcuni ristoranti selezionati. Il tour del pomodoro chiuderà ad Orlando, in Florida, dove, dal 4 all’8 agosto, sarà protagonista dell’evento annuale organizzato dall‘American Culinary Federation, organizzazione di chef professionisti del Nord America.
Obiettivo del programma promozionale è quello di far conoscere ai consumatori americani le caratteristiche uniche del pomodoro italiano esaltandone la qualità, il gusto, la versatilità, la sicurezza e l’origine, e di valorizzare i prodotti in un mercato maturo dove è ancora forte il problema dell’italian sounding che danneggia le produzioni i taliane e sottrae risorse economiche.

pomodoro

L’Anicav – Associazione Nazionale Industriali Conserve Alimentari Vegetali nata a Napoli il 5 Febbraio 1945 – con oltre 100 aziende associate, è la più grande associazione di rappresentanza delle imprese di trasformazione di pomodoro al mondo per numero di imprese associate e quantità di prodotto trasformato.

Le aziende associate rappresentano circa il 70% di tutto il pomodoro trasformato in Italia, più del 50% dei legumi conservati in Italia. L’Italia, nel 2016, con 5,2 milioni di tonnellate trasformate è tornato ad essere il 2° trasformatore al mondo dopo gli Usa. La forte caratterizzazione internazionale del comparto è confermata dal fatto che oltre il 50% delle produzioni è destinato all’esportazione sia verso l’Europa (Germania, Francia, Regno Unito) che verso gli altri Paesi (USA, Giappone, Australia). Nel 2016 il fatturato dell’intero comparto produttivo delle conserve vegetali (pomodoro e legumi) è stato di 3,8 miliardi, di cui oltre il 76% prodotto dalle aziende associate ad Anicav.

Print Friendly, PDF & Email
5/5 (1)

Lascia una valutazione

Condividi su: