Home Notizie Attualità ANGEM: pronti ad assicurare pasti in sicurezza per i lavoratori

ANGEM: pronti ad assicurare pasti in sicurezza per i lavoratori

angem, aziende della ristorazione collettiva

In questo momento in cui l’emergenza sanitaria causata dalla diffusione del COVID-19 va di pari passo con le difficoltà delle imprese e delle attività del nostro Paese, a causa delle misure contenitive, abbiamo bisogno anche di segnali positivi. Per questo Horecanews.it, tenendo fede al patto d’informazione con i suoi lettori, ha deciso di non fermare la normale programmazione ma di tenervi aggiornati sulle notizie del settore, anche per concedere un momento di svago dalle difficoltà del momento.

 

Angem, Associazione Nazionale delle Aziende della Ristorazione Collettiva, ricorda che il settore può offrire un valido contributo in questa situazione di emergenza preparando pasti sicuri per i lavoratori che anche in questi giorni dovranno recarsi a lavoro per garantire servizi e produzioni essenziali.

Le aziende della ristorazione collettiva, infatti, si sono già organizzate, mettendo a fattor comune la loro consolidata esperienza, per garantire che i lavoratori possano usufruire di pasti confezionati singolarmente, sicuri, e prodotti in ambienti conformi a tutte le normative sanitarie. Senza, quindi, che debbano invece recarsi all’esterno a cercare un pasto in zone dove, tra l’altro, gli esercizi potrebbero essere chiusi.

Carlo Scarsciotti, Presidente di Angem, commenta: “Questo servizio rappresenta per tutte le realtà che, nonostante l’emergenza in corso, non possono interrompere o ridurre i processi di lavoro, una garanzia per la sicurezza dei propri dipendenti. Impedirlo, confondendo il luogo-mensa con il servizio-mensa, significa esporre le persone a maggiori rischi perché, senza pasti garantiti, a pranzo dovrebbero uscire dallo spazio aziendale, in cui sono applicate tutte le misure preventive, dirigendosi verso zone a maggiore possibilità di contagio. Auspichiamo quindi che il ruolo del servizio-mensa, declinato in forma di pasti confezionati singolarmente, sicuri, e prodotti in ambienti conformi a tutte le normative sanitarie, venga riconosciuto tra le best practice da applicare in questa situazione”.

L’Angem ha specificato nelle ultime ore, tramite il proprio profilo Twitter che laddove le mense verranno chiuse per mancanza dei parametri necessari di sicurezza, i pasti verranno consegnati ai lavoratori presso le loro postazioni.

    Vuoi ricevere maggiori informazioni sull'argomento di questo articolo? Compila il form indicando i tuoi dati e ti metteremo in contatto con chi potrà fornirti le informazioni richieste senza alcun impegno da parte tua.

    Print Friendly, PDF & Email
    Ancora nessun voto.

    Lascia una valutazione

    Condividi su: