Home Attualità Anche Roma non si ferma: ristorazione e ospitalità per far ripartire l’Italia

Anche Roma non si ferma: ristorazione e ospitalità per far ripartire l’Italia

0
Roma non si ferma

L’emergenza sanitaria che in queste settimane ha colpito l’Italia, se da un lato sta provocando danni seri e ingenti alla salute pubblica e all’economia, minando gravemente ristorazione e ospitalità, dall’altro sta mostrando il lato più bello dell’Italia. Quello della solidarietà, della forza inarrestabile di chi sa di vivere in un Paese dalle ricchezze immense e non ha intenzione di lasciarsi fermare da una crisi che prima o poi passerà, perché la storia lo insegna.

E allora eccoli, i ristoratori, gli albergatori, proprietari di bar, lavoratori dell’Horeca romana, tutti in prima linea a far sentire la propria voce rispondendo ai primi scesi in campo, i ristoratori milanesi legati dalla nuova associazione Unione Brand della Ristorazione Italiana, e ancora al Consorzio Modena a Tavola e ai ristoratori piemontesi.

#AncheRomaNonSiFerma, è questo l’hashtag della campagna lanciata dal magazine online Mangiaebevi. Nel video tanti operatori del settore ristorazione e ospitalità che hanno voluto partecipare e dare il loro contributo, per sensibilizzare tutti, per mostrare che nulla può fermare la voglia di vivere e la positività che da sempre ci contraddistinguono, nei corsi e ricorsi storici, confermando che da ogni crisi il Paese sa risollevarsi e lo fa tanto meglio quando tutti camminano nella stessa direzione.

La speranza che queste azioni di solidarietà e i messaggi infondono al comparto fra i più colpiti dalla crisi attuale, si estende all’Italia tutta.

Hanno aderito alla campagna #AncheRomaNonSiFerma

Secondo quanto precisano i promotori di #AncheRomaNonSiFerma in una nota, hanno aderito fino ad ora all’iniziativa Massimo D’Innocenti del Ristorante Vista di Casina Valadier, Dino De Bellis, chef di Vyta Enoteca Lazio, Stefano Chinappi, Mirko Di Mattia, chef del ristorante Livello1, Davide Del Duca di Osteria Fernanda, Oliver Glowig chef di Barrique by Oliver Glowig, Stefano Marzetti chef del Mirabelle, Andrea Pasqualucci di Moma e Francesco Apreda, chef di Idylio. E ancora Anthony Genovese del due stelle Michelin Il Pagliaccio, Angelo Troiani, patron de Il Convivio Troiani, Andrea Antonini di Imàgo, Domenico Stile, Giuseppe Di Iorio, chef di Aroma, Giulio Terrinoni di Per Me, Gianfranco Vissani, Arcangelo Dandini, patron de L’Arcangelo e Pierluigi Gallo di Giulia Restaurant.

Inoltre Fabio Pecelli, chef di Pesciolino, Daniele Roppo de Il Marchese, Luca Pezzetta di Osteria di Birra del Borgo, Adriano Magnoli di Verve Restaurant, Sharon Landersz, chef di Ginger, Andrea Sacerdoti di Madre e Enrico Camponeschi, chef di Acqua Santa, MayumiMukai di Taki, Cristina Bowerman di Glass Hostaria e Riccardo Pepe, chef del bistrot Donna E.

Print Friendly, PDF & Email
5/5 (4)

Lascia una valutazione

Condividi su:

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here