Home Notizie Ambiente & Sostenibilità Al Comune di Maranello il premio Vivere a Spreco Zero 2018

Al Comune di Maranello il premio Vivere a Spreco Zero 2018

Spreco Zero 2018

Il Comune di Maranello è stato premiato quale più virtuoso nella campagna Spreco Zero di Last Minute Market. Giunto alla sesta edizione, il Premio Vivere a Spreco Zero 2018, gli Oscar della sostenibilità, è promosso in sinergia con il ministero dell’Ambiente e il progetto 60 Sei ZERO dell’Università di Bologna – Distal, con la collaborazione dell’Anci e della rete Sprecozero.net. L’iniziativa è sostenuta da un pool di quattro aziende – Comieco, Conapi, Conad e Camst – che portano avanti i valori della sostenibilità anche attraverso questo Premio, che riconosce e valorizza le buone pratiche a diversi livelli, dagli enti pubblici alle Imprese, dalle scuole ai cittadini.

Il Comune di Maranello è stato premiato per “l’articolata visione Spreco Zero e per i progetti promossi sul territorio che includono la prevenzione e il recupero degli sprechi alimentari e la prevenzione e gestione ottimale dei rifiuti, oltre alla sensibilizzazione dei cittadini attraverso la promozione di stili di vita sostenibili“. Ma non solo Maranello.

Nella categoria Imprese ha vinto il Consorzio Bestack, Consorzio Nazionale di ricerca e promozione composto dalle principali aziende Italiane produttrici di imballaggi in cartone ondulato. Nella categoria Scuole l’Istituto Pacinotti di Taranto. Infine, Valentina Brengola si è aggiudicata il titolo di Cittadina Spreco Zero 2018 per l’attività partecipe e la testimonianza attiva nel test dei Diari di Famiglia, che hanno portato per la prima volta alla certificazione della prevenzione dello spreco alimentare domestico grazie al progetto Reduce promosso dal Ministero dell’Ambiente e dall’Università di Bologna – Distal nell’ambito della campagna Spreco Zero.

Due le menzioni speciali assegnate dal Premio: una al progetto “Non Scado” di Legambiente che, nel Comune di Ragusa, ha coinvolto anche i migranti nella raccolta di prodotti non più commercializzabili ma ancora buoni rimasti in campo. E la seconda all’associazione Assform che nell’area del Trentino organizza interventi di prevenzione degli sprechi e corsi di educazione alimentare rivolti in particolare alle scuole.

L’Anci collabora con convinzione al premio e alla campagna nazionale Spreco Zero, che ben si legano al lavoro diretto che svolgiamo con i Comuni promosso in collaborazione con il ministero dell’Ambiente – afferma il presidente dell’Anci Antonio Decaro Perché i sindaci sono in prima linea nella battaglia contro lo spreco, un’emergenza, considerati i dati. Un’emergenza che si fronteggia lavorando sia sull’educazione sia sulla valorizzazione e promozione di iniziative che invertano la rotta“.

Print Friendly, PDF & Email
Ancora nessun voto.

Lascia una valutazione

Condividi su: