Home Bar Cocktails Addio all’happy hour: l’aperitivo all’italiana torna di moda con l'”Americano in blues”

Addio all’happy hour: l’aperitivo all’italiana torna di moda con l'”Americano in blues”

Addio all'happy hour: l'aperitivo all'italiana torna di moda con l'

Complice la prima estate post emergenza Covid-19, anche l’aperitivo si rinnova e cambia forma: ne parla la Pasticceria Clivati 1969.

Banditi i buffet e piatti dozzinali di stile anglosassone che negli ultimi anni andavano per la maggiore a discapito di distanziamento e qualità, ritorna in auge l’aperitivo italiano. Un rito nato alla fine del 1700 a Torino e poi diffusosi in tutte le principali città italiane. Il vero aperitivo italiano è una pausa di piacere da concedersi a fine lavoro, ma anche poco prima di pranzo, a base di stuzzichini e portate, tradizionali e sfiziose, di prima qualità, accompagnate da un buon drink o un bicchiere di vino.

Sempre fedele a questa filosofia, la Pasticceria Clivati 1969 di Milano rilancia, in questi giorni, la sua idea di aperitivo italiano, con l’apertura di un nuovo dehors e la presentazione del nuovo cocktail “Americano in blues”, dedicato al 40° anniversario dell’uscita del film The Blues Brothers, per non dimenticare, anche, la vocazione internazionale della città di Milano.

L’inedita ricetta dell’“Americano in blues” è realizzata con la base classica di bitter Campari e Vermouth Rosso, a cui si aggiungono il gusto fresco di un liquore al mango e zenzero pestato, mentre la soda è aromatizzata all’arancia, un diretto richiamo all’Orange Whip, cocktail citato in una delle più celebri scene del film. Ma le citazioni non finiscono qui, infatti il cocktail è servito con un paio di occhiali da sole (omaggio per i clienti), accessorio iconico dei due fratelli protagonisti della pellicola, interpretati da John Belushi e Dan Aykroyd.

Ad accompagnare il nuovo cocktail ci saranno pasticcini salati ispirati alla tradizione culinaria italiana, alcuni esempi: Bignè carbonara, Cannoncino cacio e pepe, Muffin al nero seppia, Babà in saor, Maritozzo alla caponata, Cannolo alla milanese e tanti altri. E per i palati più esigenti, Clivati 1969 mette a disposizione una lista di 40 etichette di vermouth italiani per comporre i più svariati cocktail. Il tutto in un’atmosfera raffinata che vuole garantire l’ingrediente più importante del vero aperitivo all’italiana: il piacere di una pausa.

 

Pasticceria Clivati. Nasce nel 1969 dal fondatore e mastro pasticcere Angelo Clivati. Nei successivi 40 anni diventa un’istituzione data la cura e l’attenzione per i prodotti sempre di alta qualità e ricercatezza. Solo nel 1998 viene annessa la parte di Caffetteria diventando così un punto di ritrovo per tutto il quartiere anche per la colazione al mattino. Nel 2007 viene acquisita da Stefano Giampietro il quale porta avanti la tradizione della pasticceria milanese affiancando al bar una confortevole sala da tea e da aperitivo e successivamente sviluppando il progetto della tostatura del caffè crudo. L’idea è quella dell’artigianalità al 100% con la produzione di tutti i prodotti che vengono venduti all’interno del negozio: dalla pasticceria alla biscotteria, dal cioccolato al caffè, comprese le marmellate, le creme spalmabili, i confetti e ovviamente panettoni e colombe. Tra i prodotti distintivi: Panettone (considerato da più giurie tra i migliori di Milano e quindi d’Italia, fatto con l’antica ricetta millenaria con un lievito madre che conta 80 anni di vita, canditi e uvette ricercati e la personalizzazione con la vaniglia di Tahiti. Disponibile in diversi gusti oltre al classico: cioccolato fondente e nocciole, amaretto e caffè, ananas e bacche di goji, marron glacé); Torta primavera (da quasi 50 anni colora le vetrine della pasticceria Clivati, pan di spagna farcito con crema pasticcera e macedonia di fragole rifinita con panna e fragole); Meringata (due dischi di meringa ripieni di panna, un dolce semplice ma che ha conquistato tutti i clienti. Famosa è la versione con marron glacé); Gelato (tutti i gusti sono prodotti a partire dalla materia prima, dalla frutta fresca alla frutta secca tutti i prodotti sono lavorati dal principio senza coloranti né conservanti).
Torrefazione. La Pasticceria Clivati assembla e produce 4 miscele, frutto di un’accurata ricerca e sperimentazione tra i più interessanti prodotti di paesi come Brasile, India, Etiopia, Nicaragua, san Domingo e Guatemala. Miscela Intensa: 60% arabica 40% robusta. Sapore deciso, con retrogusto di nocciole. Tostatura profonda indicata per un uso mattutino; Miscela Profumata: 80% arabica 20% robusta. Il profumo è dato dai prodotti delle isole come Guatemala e San Domingo. Molto ammaliante al palato, con retrogusto di cioccolato. Consigliata per una degustazione a tutte le ore; Miscela Dolce: 100% arabica. La dolcezza è data dalla forte percentuale etiopica. Al palato è raffinata con note di frutta. Tra tutte la più leggera indicata anche per chi ama prendere il caffè dopocena; Miscela deca: 100% arabica Peruviana. Decaffeinata senza additivi chimici ma con CO2. 

Vuoi ricevere maggiori informazioni sull'argomento di questo articolo? Compila il form indicando i tuoi dati e ti metteremo in contatto con chi potrà fornirti le informazioni richieste senza alcun impegno da parte tua.
   

Print Friendly, PDF & Email
Ancora nessun voto.

Lascia una valutazione

Condividi su: