Home Notizie Aziende 5-HATS con la Guardia Costiera per la filiera enoturistica

5-HATS con la Guardia Costiera per la filiera enoturistica

Grazie alla collaborazione della Guardia Costiera, 5-HATS ha partecipato alla tavola rotonda ministeriale che ha interpellato i massimi stakeholders istituzionali in ambito di sostenibilità

Andrea Pilotti prende parola alla tavola ministeriale

Il Team 5-Hats, grazie alla preziosa collaborazione con la Guardia Costiera, ha partecipato alla tavola rotonda ministeriale presieduta dal Ministro delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali Senatore Patuanelli, che ha visti interpellati i massimi stakeholders istituzionali in ambito di sostenibilità moderati da Donatella Bianchi, volto Rai e Presidente WWF Italia.

Il primo frangente del tavolo è stato dedicato alla pesca, alla filiera ittica ed al grande valore delle operazioni che la Guardia Costiera effettua quotidianamente sul territorio nazionale

A seguire, Andrea Pilotti (AD di 5 Hats) ha sviluppato il concetto “dal pesce al turista”, facendo capire quanto le azioni di ogni singola azienda impattano sul mare e sull’intera filiera.

Nave Dattilo

Pilotti poi, accogliendo quello che è il senso del tavolo, ovvero il coinvolgimento di tutti i referenti intermedi della filiera quale la produzione agroalimentare, la ristorazione e le strutture alberghiere e di ospitalità, ha poi introdotto tre grandi nomi che per primi hanno colto l’importanza strategica dell’incontro per il futuro dell’enogastronomia e del turismo italiano.

  • Helmuth Köcher (Patron di Merano WineFestival) che ha sollevato la questione della sostenibilità nel mondo food&beverage;
  • Luigi Terzago (Presidente Nazionale FISAR) che ha sollevato la necessità di coinvolgere in modo massivo il settore ristorativo per educare al NON sprecare cibo;
  • Daniele Villa (Coordinatore Nazionale del comparto energetico di NH Hotels) che ha sollevato la necessità di essere supportati con fondi pubblici per svolgere interventi di riqualificazione energetica per tutto il settore.

Pilotti ha concluso il suo intervento rivolgendosi al Ministro, indicando che “l’intero settore enogastroturistico è pronto ad iniziare un percorso che porti alla stesura di principi guida per applicare la sostenibilità come futura strategia di rispetto per il nostro ecosistema nazionale, dalle Alpi al mare”.

La straordinarietà dell’evento e del momento di incontro fra istituzioni e aziende è proseguito a bordo di Nave Dattilo ormeggiata nelle acque antistanti della Direzione Marittima di Trieste, che ha visto la realizzazione di un format e di un menu sensoriale ideato da 5 Hats ed eseguito dall’Executive Chef Daniele Riccardi con il prodotto ittico di Fiorital.

Andrea Pilotti prende parola alla tavola ministeriale

Gli ospiti a bordo hanno potuto così veder concretizzati in gusti, creatività e sensorialità gli argomenti affrontati nel convegno, anche grazie alle aziende che hanno contribuito a sostenere la realizzazione del momento serendipity in modo interamente ecosostenibile e circolare.

Anche il territorio ha dato man forte alla manifestazione con l’istituto CIOFS di Trieste (che è intervenuto mettendo a disposizione alcuni fra i migliori allievi) e FISAR Friuli VG che ha magistralmente servito il vino di Consorzio del Collio e dell’Azienda Cantarutti Alfieri, pensati per questo evento senza precedenti.

È stato poi decisivo il contributo di altre aziende che hanno aderito all’iniziativa, vista la loro sensibilità al tema, tra cui

Bibite Tomarchio, Regina Bakery, Fredd, IGreen, RG Mania, Tenuta Seranna, ZuPlun.

    Vuoi ricevere maggiori informazioni sull'argomento di questo articolo? Compila il form indicando i tuoi dati e ti metteremo in contatto con chi potrà fornirti le informazioni richieste senza alcun impegno da parte tua.
     

    Print Friendly, PDF & Email
    Ancora nessun voto.

    Lascia una valutazione

    Condividi su: